Chi è Adriene Mishler, l’insegnante di yoga più influente del pianeta

Di Emanuela Griglié
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Instagram (@adirenelouise)
Photo credit: Instagram (@adirenelouise)

From Harper's BAZAAR

{{ this.render( "@app/views/shared/embed-accessibility-text.twig", { embedName: "Instagram", })|raw}}

{% verbatim %}

{% endverbatim %}

"L'insegnante di yoga più influente del pianeta" e anche “la santa patrona della quarantena”. Per il New York Times, senza dubbio la “Reigning Queen of Pandemic Yoga”. Sono alcune delle definizioni più gettonate per Adriene Mishler, la guru indiscussa dello yoga online, diventata famosissima grazie a YouTube e che nei mesi di lockdown, con il suo approccio gentile e zero stress da prestazione, ha guadagnato ancora più popolarità diventando un mito per chi vuole allenarsi a casa senza strafare. Mishler, 36 anni, nasce in Texas e all’inizio prova a fare l’attrice. Ha una passione: i video di aerobica fai-da-te degli anni Ottanta di Jane Fonda. Nel 2012 inaugura il suo canale YouTube, Yoga With Adriene. Inizia a insegnare dal salotto di casa sua, ad Austin, con una strategia precisa.

{{ this.render( "@app/views/shared/embed-accessibility-text.twig", { embedName: "Instagram", })|raw}}

{% verbatim %}

{% endverbatim %}

I suoi video, infatti, sono accuratamente indirizzati a un pubblico definito, e non, banalmente, a principianti o esperti. Ci sono lezioni per chi fa giardinaggio, per chi soffre di stress, di mal di testa, per chi sta passando un periodo emotivamente difficile, addirittura c’è lo yoga per un momento noioso e quello per la malinconia invernale. C’è pure quello per gli scrittori: concentra il cervello e il corpo verso l'interno in modo da poter esibire, creare ed essere migliore. Insomma, qualunque cosa ti affligga, Mishler sembra avere una lezione adatta per te e sta lì, a dirti che ci puoi riuscire, che fare esercizio fisico è alla portata di tutti.

{{ this.render( "@app/views/shared/embed-accessibility-text.twig", { embedName: "Instagram", })|raw}}

{% verbatim %}

{% endverbatim %}

Non servono attrezzi costosi, spesso neanche un tappetino, le sessioni sono quasi tutte gratuite, e alcuni corsi possono addirittura essere svolti a letto. Il segreto del suo successo non è solo quello di aver creato dei format simpatici. Secondo il Guardian, Mishler attrae così tante persone soprattutto in virtù di ciò che non è: non è minacciosa, non è competitiva, non sembra appena tornata da un rigorosissimo addestramento spirituale in qualche ashram. Si presenta come una ragazza dolce e sana, genuinamente gentile, rassicurante. Non promette di farti perdere 10 chili chiedendo in cambio lacrime e sangue.

Le sue classi - interrotte da incursioni del cane Benji che spesso abbia nel sottofondo - tendono a essere molto lente, con istruzioni chiare per gli esordienti, e con moltissime indicazioni su come evitare gli infortuni, che sono un’eventualità assai frequente nei nuovi allenamenti in case improvvisate palestre davanti allo schermo del computer. Non facendo troppo e non chiedendoci di fare troppo, Mishler è diventata l’eroina di questi giorni tosti: praticando per giunta lo yoga, disciplina interessata solo al presente, quindi filosofia adattissima in un momento in cui il futuro appare così incerto.