Chi è Madison Beer, la cantante ospite agli MTV EMA 2020 e che Justin Bieber ha scoperto anni fa

Di Mary Adorno
·4 minuto per la lettura
Photo credit: Getty Images
Photo credit: Getty Images

From Cosmopolitan

Nel momento in cui scriviamo Madison Beer ha più di 21 milioni di follower su Instagram. La sua fama però è più legata agli States che all'Italia e forse per questo potresti non sapere chi è la cantante pop R&B, classe 1999 e nata a Jericho, Long Island, New York, che vedrai sul palco dei prossimi MTV EMA 2020 come ospite. Segna però subito il suo nome.

Madison Beer, chi è la cantante lanciata da Justin Bieber quando aveva 13 anni

Per darti subito le coordinate, sappi che a scoprirla giovanissima è stato Justin Bieber. Ha fatto decollare la sua fama sui social quando nel 2012 ha pubblicato sul suo canale Youtube la cover di Madison Beer di At Last di Etta James. Da allora su Twitter è volato il suo nome e a prenderla subito sotto le sue ali protettrici è stata l'etichetta discografica di Justin Bieber, la Island Records di Scooter Braun (sì, è lo stesso con cui ha litigato Taylor Swift e qui trovi tutta la storia). Inoltre nel 2013 Justin Bieber ha fatto una sua comparsa nel video di Melodies della stessa Madison Beer.

Le cose, però, in seguito non sono andate liscissime, perché si sa che le fiabe non sempre sono così lineari. Nel 2016, quando Madison Beer stava lavorando al suo disco di debutto, la label ha deciso di scindere il contratto, per una divergenza di visioni, e così il suo lavoro si è fermato. Madison Beer ha parlato di questa tappa nella sua vita in un'intervista a Rolling Stone USA e ha raccontato come sarebbero andate le cose:

"'Bene, un giorno quando sarai più grande, sarai in grado di fare quella roba', mi hanno detto. Poi, però, ho capito che non avevo bisogno di essere più grande per farlo".

Madison Beer, canzoni e nuovo album

Negli anni Madison Beer con le sue canzoni ha registrato milioni di streaming e ora, nell'anno 2020 e a distanza di 4 anni da un'esperienza che poteva essere migliore, ha pubblicato il suo primo album Life Support. Ha parlato di questo nuovo progetto in un'intervista a NME, collegando l'ispirazione a un momento buio della sua vita, quando nel 2019 le è stato diagnosticato un disturbo borderline della personalità.

“Stavo attraversando un periodo davvero difficile quando stavamo lavorando a questo album. Mi era stato diagnosticato un disturbo borderline della personalità: entravo e uscivo da stati mentali oscuri e andavo in terapia tre volte a settimana.

La mia squadra è stata di grande supporto. A volte andavo in studio, stavamo lì per otto o nove ore. Piangevo e basta, urlavo e stavo male come non mi era mai accaduto. Non sapevo cosa fare".

Madison Beer è riuscita a superare quei momenti, con anche un supporto specialistico, e l'album si chiama Life Support, in loro onore e in onore di quelle persone che sanno starti accanto.

Madison Beer e la salute mentale

Madison Beer ha parlato di salute mentale a proposito del suo album, ma non è la prima volta che affronta l'argomento. In occasione della Giornata Internazionale della Donna, a marzo 2020, la cantante ha raccontato di avere subito revenge porn quando aveva 14 anni e un ragazzo ha pubblicato suoi "Snapchat molto privati" online. L'episodio le ha lasciato "un'ansia perpetua", ma lei ha deciso che era necessario imparare ad andare avanti e ha dato a tutti quelli che la seguono un consiglio:

"Non dovreste provare vergogna. Stavate esplorando la vostra sessualità, stavate imparando. Non dovreste sentirvi come se aveste fatto qualcosa di sbagliato. La vergogna la devono sentire quelli che hanno tradito la vostra fiducia e devono sentire VERGOGNA QUELLI CHE TI HANNO FATTO VERGOGNARE".

Madison Beer, curiosità

Se vuoi usare un soprannome con Madison Beer ti consigliamo #Monkeyswag con anche l'emoji della scimmia 🐒🐒🐒. Aveva infatti confessato la sua passione per questo animale direttamente su Twitter quando Justin Bieber l'aveva lanciata sui trend topic. Sempre per aggiungere curiosità su Madison Beer, sappi che nel 2017 era stata avvistata al Coachella Festival con Brooklyn Beckham e qualche rumor su una loro possibile relazione era nato. Poi, ovvio, ora sappiamo che qualunque cosa sia stata, è finita: Brooklyn è pronto a fare il maritino perfetto (di Nicola Peltz).

A questo punto non vediamo l'ora di avvistare Madison Beer e Anitta, sul palco degli MTV EMA 2020. Go, Madison, Go., anche se qualche piccolo intoppo nella tua carriera c'è stato, è proprio come dice l'ultima canzone del tuo nuovo album: Everything happens for a reason, Tutto accade per una ragione.

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli articoli di Cosmopolitan direttamente nella tua mail.

ISCRIVITI QUI