Chi sarà il personale in sala parto? Ecco tutti i dettagli

Il personale in sala parto
Il personale in sala parto

Il personale in sala parto diventerà il vostro più caro amico (almeno per quel giorno) e voi vi avvicinerete a chiunque abbiate invitato a condividere questa esperienza con voi. Con l’avvicinarsi della data del parto, decidete chi volete al vostro fianco e imparate a respingere gentilmente le persone che preferite non ospitare in sala parto. Programmare certi dettagli può risparmiare molta frustrazione.

Chi sarà il personale in sala parto?

Ginecologo od ostetrica

Se vi siete recate da un ginecologo in uno studio più grande, potreste vedere il vostro medico in sala parto, oppure potreste ritrovarvi con uno dei suoi partner. La programmazione di un’induzione o di un parto cesareo conferma in anticipo quale medico avrete, ma questi percorsi sono sconsigliati a meno che non sia necessario dal punto di vista medico. Tuttavia, non fatevi prendere dal panico se non potete partorire con il vostro medico di fiducia: il ginecologo avrà un ruolo sorprendentemente ridotto in sala parto. A meno che non ci siano complicazioni, entrerà di tanto in tanto per controllare i vostri progressi e riapparirà quando sarà il momento di spingere. Consegnerà il bambino e la placenta e poi se ne andrà.

L’infermiera

L’infermiera di sala parto è la persona più coinvolta nelle vostre cure. Controlla costantemente la mamma e il bambino per assicurarsi che stiano entrambi bene. Sa come gestire la vostra assistenza dal punto di vista medico, emotivo e fisico. È la vostra ancora di salvezza per il medico. Sa cosa deve essere fatto e lo fa!

Conoscerete bene la vostra infermiera, che sarà al vostro fianco per la maggior parte del travaglio. Quando avete domande o richieste, rivolgetevi a lei. Se avete portato con voi una copia stampata del vostro piano di nascita, potete esaminarlo anche con l’infermiera.

Anestesista

Anche se l’anestesista non rimane a lungo nella stanza, la sua presenza è fondamentale se si spera in un’epidurale. Può sembrare un’eternità quando si sudano i dolori del travaglio, in attesa dell’arrivo dell’anestesista. Quando arriva, ci vogliono circa 10-15 minuti per inserire e far funzionare l’epidurale, ma quando il dolce sollievo arriva, non potrete che lodarla.

chi è Il personale in sala parto
chi è Il personale in sala parto

Controllo della folla

Le sale parto non sono enormi, quindi la presenza di altri spettatori non farà che complicare le cose e potrebbe disturbare il personale medico. Mantenete gli accompagnatori al minimo (non più di due o tre). È abbastanza facile da spiegare: “Il mio partner e io vorremmo che al parto ci fossimo solo noi”. La famiglia e gli amici potrebbero essere delusi, ma dovrebbero capire e rispettare la vostra privacy. Le cose si complicano quando vengono invitate più persone (e altre no). Per esempio, se avete invitato vostra madre a partecipare al parto, ma non volete che vostra suocera si unisca a voi, siete entrati in un territorio pericoloso. A vostra suocera questo sembra un grande squilibrio: è anche suo nipote, quindi perché non può essere presente alla nascita?

parlate della questione in anticipo, sia che la suocera introduca l’argomento o meno. Dite qualcosa del genere: “Dato che in sala parto ci sarà un po’ di confusione e non voglio che ci sia troppa gente, programmiamo un momento in cui ci sarai solo tu a visitare noi e il bambino, senza altre persone intorno”. Scegliete una data specifica entro una settimana dalla nascita del bambino: in questo modo la neo-nonna saprà di avere una visita da aspettare con ansia e voi non dovrete preoccuparvi di incastrare i vostri impegni in un secondo momento.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli