Chi sono Amelia ed Elisa Spencer, nipoti gemelle di Lady D e nuovi volti della nobiltà inglese?

Di Elisabetta Moro
·3 minuto per la lettura
Photo credit: WPA Pool - Getty Images
Photo credit: WPA Pool - Getty Images

From ELLE

Tatler Magazine ovvero fonte inesauribile di gioie e dolori per la royal family: la rivista incentrata sulla vita dell'alta società britannica non perde ovviamente occasione di dedicare i suoi editoriali ai Windsor and Co con risultati più o meno graditi. Vi ricordate quando Kate Middleton ha fatto causa al magazine (e l'ha pure vinta) dopo che era stata descritta con toni tutt'altro che lusinghieri come "un'arricchita, kitsch e pericolosamente magra proprio come la Principessa Diana"? Ecco, quelli sono i dolori. Ma ci sono anche le gioie perché la rivista dedica pagine e pagine proprio ai parenti della Regina. Questo mese, ad esempio, è stata la volta delle gemelle Amelia e Eliza Spencer, nipoti di Lady Diana. Chiaramente non potevamo perdercele.

Le due sorelle hanno 28 anni e sono le figlie dell'ex modella inglese Victoria Lockwood e di Earl Charles Spencer aka fratello della principessa Diana. Sono cresciute Cape Town - dove tuttora vivono - assieme alla sorella Kitty Spencer, 30 anni, e al fratello Louis, visconte di Althorp, 26 anni. Questo, però, non significa che siano estranee all'alta società britannica. Ricordano infatti con molto affetto i periodi trascorsi ad Althorp, la sede della famiglia Spencer nel Northamptonshire, dove da bambine erano solite trascorrere le vacanze con il padre. "È un posto davvero speciale e bellissimo", raccontano a Tatler, "Avendo trascorso i primi tre anni della nostra vita ad Althorp, esplorandola da bambine e facendo parte di una lunga eredità di Spencer che hanno vissuto lì, ci è sempre sembrata una seconda casa". "E, naturalmente, evoca ricordi di Natale in famiglia con i nostri parenti allargati riuniti insieme", aggiunge Lady Eliza.

E, tra i parenti delle gemelle, c'è naturalmente anche la zia, Lady Diana Spencer, di cui le due parlano a lungo nell'intervista. "Crescendo in Sud Africa", spiegano, "non avevamo davvero idea di quanto fosse conosciuta nel mondo fino a quando non siamo diventate molto più grandi. Ha sempre fatto uno sforzo per connettersi con noi e aveva un vero talento nel leggere il cuore dei bambini". La ricordano come "incredibilmente calda, materna e amorevole" e Lady Eliza racconta di un giorno trascorso con la zia a Noordhoek, una spiaggia nota per le sue acque gelide. "Ad un certo punto dei paparazzi ci hanno avvicinate", racconta, "Ovviamente avrebbe potuto essere abbastanza terrificante per noi che eravamo piccole e non capivamo cosa stesse succedendo, ma lei l'ha trasformato in un gioco su chi riusciva a tornare alla macchina per prima. Era incredibile come ci proteggesse in un modo che ci faceva sentire al sicuro e mai spaventate".

Le sorelle Spencer parlano di quanto la loro famiglia sia incredibilmente unita, ma anche delle ferite del passato (il 1997 annus horribilis tra la morte della zia e il divorzio dei genitori) e di come per loro sia sempre stato fondamentale avere un approccio positivo alla salute mentale. "Abbiamo fatto molta strada in termini di conversazioni sull'argomento" spiega Lady Amelia, "e spero che arriverà un momento in cui lo stigma sarà completamente rimosso e che le persone saranno in grado di chiedere aiuto e non si sentiranno giudicate per avere problemi di salute mentale o lottare emotivamente". Insomma, con l'eredità di Lady D a guidarle, la famiglia a supportarle e già una discreta cerchia di fan, Amelia e Eliza Spencer sono pronte a conquistare il mondo royal, stay tuned.