Chiara Ferragni ci ha mostrato lo strepitoso abito Versace che non ha mai potuto indossare

Di Redazione Digital
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Edward Berthelot - Getty Images
Photo credit: Edward Berthelot - Getty Images

From ELLE

E se il vestito più bello fosse quello che non abbiamo ancora indossato? Questa metafora filosofica riadattata in chiave coolness può sembrare una boutade ma l'ispirazione ci arriva dritta da Chiara Ferragni, grazie a uno scatto #tb in cui ci mostra l'abito che non ha mai potuto indossare.

Guardare al futuro con speranza sempre rinnovata è ciò che ci dice questa massima, e quello che captiamo dalla foto di Chiara Ferragni. Il #tb punta dritto ai nostri cuori e viene dai backstage degli Oscar 2020, per la precisione da un atelier di Beverly Hills nello scorso febbraio. Agli Oscar 2020 l'imprenditrice digitale nostrana aveva scelto due look sui toni del rosa: il primo, per il dinner pre Oscar in compagnia della collega Heidi Klum, era un cortissimo vestito da cocktail fucsia di Versace; il secondo, per il party post Oscar, era un romantico outfit in raso floreale di Philosophy di Lorenzo Serafini. Ma qui il punto è cosa NON ha indossato Chiara.

L'abito che è rimasto solo in fase ipotetica è questa meraviglia di Versace, che ci mostra su Instagram quasi un anno dopo: lungo fino ai piedi con un vertiginoso spacco laterale che arriva fino alla coscia, l'abito ha un fit aderente e culmina in uno scollo olimpionico con spalline intrecciate sul décolletées. Le curve della silhouette sono evidenziate grazie alle applicazioni di paillettes che seguono le sinuosità del corpo, donando iridescenze al look. Il rosa tenue del vestito è en pendant con i sandali alla schiava, con tacco alto e punta squadrata, che si intrecciano fin sotto il ginocchio.

Chiara Ferragni è strepitosa con questo vestito da red carpet e lo abbina a uno styling da diva hollywodiana Anni 50: capelli raccolti e tenuti ben saldi dal gel, trucco con smokey eyes e rossetto mat. Che fosse un outfit troppo bello per non essere almeno condiviso sui social siamo tutte d'accordo. E chissà, forse è reso ancora più magico dall'impagabile effetto nostalgia.