Chiara Ferragni mostra la sua pancia post parto e lancia un potentissimo messaggio body positive

Di Elisabetta Moro
·3 minuto per la lettura

Chiara che si fotografa con il tiralatte, Chiara che parla della difficoltà di gestire due bambini piccoli assieme al lavoro, Chiara che commenta la foto di Emily Ratajkowski per chiederle come fa ad avere "Un corpo così" a un mese dalla gravidanza, Chiara che racconta ai suoi follower di volersi rimettere in forma. In queste settimane dopo la nascita della piccola Vittoria a casa Ferragnez vige l'Instagram verità, almeno per quanto riguarda l'essere neo mamme perché, si sa: mandare dei messaggi sbagliati su un tema così delicato può condizionare tante giovani ragazze già alle prese con mille pressioni sociali (e social). 

Photo credit: Gregg DeGuire - Getty Images
Photo credit: Gregg DeGuire - Getty Images

E così, dopo l'ultima sessione di allenamento ripresa nella stories, Chiara Ferragni ci ha tenuto a mostrare il suo corpo post-parto senza filtri con un po' di pancia e qualche chilo in più rispetto a come siamo abituati a vederla. "Volevo pubblicare questo video come gentile promemoria per tutti noi che i nostri corpi sono perfetti in tutti i modi in cui appaiono". E il messaggio body positive della settimana è servito. 

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Non è certo facile dover rendere conto a 23 milioni di follower le proprie scelte di vita e così Chiara si è trovata a dover giustificare perché avesse deciso di rimettersi a fare sport poche settimane dopo il parto spiegando che si sentiva bene e che si era ripresa in fretta. Sembra ci sia una spasmodica attenzione sui corpi di modelle e influencer dopo il parto. Forse perché siamo abituate a vederle sempre perfette e con la gravidanza inevitabilmente non possono rimanere nel loro range di magrezza. Fatto sta che si percepisce un clima piuttosto tossico fatto di commenti inappropriati, domande inopportune, foto scandagliate fino al minimo dettaglio. Così, la nostra influencer nazionale ha deciso di fare la sua parte mostrando un po' di normalità (la sua) e precisando che, forse, essere un po' meno focalizzati sull'immagine corporea altrui non guasterebbe. 

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

"Ricorda che una posa diversa, una luce diversa e, in questo caso, leggings a vita alta fanno sembrare il tuo corpo molto diverso e anche questo va bene", ha scritto Chiara sotto il reel in cui mostra la sua pancia da varie angolature, "Cerchiamo di essere sempre gentili con i nostri corpi, parliamone bene e ringraziamoli per averci fatto vivere ogni giorno" conclude cercando di instillare un po' di positività. Il problema è che i commenti cattivi alle influencer sono solo la punta dell'iceberg: l'attenzione ossessiva all'apparenza dei corpi, la grassofobia e il body checking sono all'ordine del giorno. Per non parlare dell'odio allo stato puro riservato a chi ha un corpo non conforme. In quei casi non c'è body positivity che tenga a quanto pare, ma solo valanghe di insulti perché c'è chi ha deciso che i corpi grassi semplicemente non si possono mostrare. Il punto forse è rendersi conto che, come dice Chiara, i nostri corpi "ci fanno vivere ogni giorno", sono il nostro punto di contatto con il mondo e ciò che fanno e che sono va al di là dell'apparenza che tanto ci ossessiona. Proviamo a non dimenticarlo e forse avremo un piccolo cambio di prospettiva. 

GUARDA ANCHE: Chiara Ferragni che sexy effetto vento, ma c'è un trucco