Chris Noth: scaricato dalla sua agenzia dopo le accuse di stupro

·1 minuto per la lettura

Chris Noth è sempre più nella bufera.

Dopo essere stato accusato di stupro da due donne, che hanno riferito di abusi sessuali per fatti risalenti al 2004 e al 2015, l’attore di «Sex and the City» è stato scaricato dalla sua agenzia, la A3 Artists Agency.

Come riporta Deadline, la società in una nota dichiarato: «Chris Noth non è più un nostro cliente».

La notizia giunge a poche ore dalla presa di posizione da parte dell’azienda di cyclette tecnologiche Peloton, che ha deciso di sollevare Noth dalla campagna pubblicitaria, rimuovendola dai propri canali social.

Chris ha immediatamente rispedito al mittente le accuse, chiedendosi il motivo per cui queste due donne abbiano deciso di uscire allo scoperto proprio ora che è tornato in tv con «And Just Like That...», reboot di «Sex and the City».

«Le accuse contro di me avanzate da persone che ho incontrato anni fa, persino decadi fa, sono categoricamente false. Queste storie potrebbero anche risalire a 30 anni fa o 30 giorni fa. Un no è sempre un no, è un limite da non oltrepassare», ha dichiarato l’oggi 67enne. «I miei incontri sono stati sempre consensuali. Mi interrogo sul tempismo di queste accuse. Non so per quale motivo queste storie stiano venendo fuori proprio ora, ma di una cosa sono certo: io non ho abusato queste donne».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli