Ciao ciao ciao capelli neri più fighi dell'inverno 2020, e ciao anche a te Katy Perry che ci riprovi

Di Redazione Digital
·2 minuto per la lettura

From Cosmopolitan

Ciao ciao ciao capelli neri più fighi dell'inverno 2020 e ciao anche a te Katy Perry! Quando abbiamo visto il post su Instagram il dubbio è stato immediato ("É un post vecchio?) ma la freschissima conferma del suo hairstylist parla chiaro: Katy Perry è tornata con i capelli neri e il suo taglio signature con frangia alla Betty Page ha scatenato i commenti entusiasti dei fan!

"M🖤THER", ecco la caption del post Instagram di Katy che annuncia il cambio look, creato in occasione della quarta stagione di American Idol. Sì, l'evoluzione dei capelli della cantante di I Kissed A Girl è ricca di cambiamenti, dall'azzurro al rosa, ma mai come in questo ultimo anno ci aveva abituati ad una chioma bionda naturale, abbinata ad un bob, mettendo in secondo piano il suo look del debutto che ora torna con grinta. I capelli neri con taglio lungo e frangia sono infatti il primo e vero iconico hairlook della mamma di Daisy Dove, che ha esordito nel nel 2001 con un album che porta il suo vero nome, Katy Hudson, e che abbiamo AMATO nel video di If We Ever Meet Again.

Il merito di questa trasformazione in salsa amarcord, che ha scatenato commenti come "è tornata!" "Regina dei capelli neri!" è dell'hairstylist losangelino Rick Henry, che posta entusiasta sul suo Instagram la trasformazione della star di California Gurls. Parrucca o vera tinta nera sui capelli? Guardando la radice e la frangia così precisa a noi sorge il dubbio, soprattutto pensando alla passione di Katy Perry per i capelli posticci che le permettono di cambiare di frequente il look, ma intanto queste 2000s vibes ci piacciono e ci caricano. Sicuramente la cantante sta bene con ogni colore di capelli ma bisogna ammettere che la tinta nera è ciò che le mette davvero in risalto sguardo e viso, oltre che a donare grinta e forza al suo look, aggiudicandosi il primo posto sul podio dei nostri look preferiti. Per noi è un sì (e ora corriamo a recuperare le vecchie playlist!).