Cibo spazzatura: come rimediare per dimagrire

cibo spazzatura

Il cibo spazzatura non è mai salutare per il nostro benessere. Se abbiamo bisogno di depurarci e di dimagrire, quindi, dobbiamo limitarlo a tutti i costi. Ma quali sono i cibi considerati come tali e cosa dovremmo, quindi, evitare? Cerchiamo di scoprirlo in questo articolo.

Cibo spazzatura

Il cibo spazzatura è la traduzione italiana di “junk food”, un termine coniato nel 1951 per indicare tutti quei cibi che non sono particolarmente salutari. Si tratta di cibo che ha ben poco valore nutrizionale e che, invece, ha un grande contenuto di grassi e di zuccheri. Pensiamo, ad esempio, a prodotti come gli hot dog, gli hamburger e tutto il cibo da fast food.

Oltre a farci ingrassare, il cibo spazzatura porta un sacco di problemi di salute. Tra questi, vogliamo ricordare ad esempio l’obesità, ma anche il diabete, le malattie cardiovascolari, oppure anche depressione ed alcuni tipi di cancro. Si stima che il consumo di tali cibi alteri l’attività del nostro cervello addirittura come può fare la cocaina, l’eroina o altri tipi di sostanze stupefacenti. Non tutti sanno, inoltre, che le persone che mangiano cibo spazzatura durante la gravidanza possono aumentare a dismisura la probabilità di malattie nei figli. Si consiglia, quindi, di evitare tali cibi in particolar modo nella gravidanza e in allattamento. Si potrà, così, allontanare le problematiche relative al colesterolo, al diabete, alla cattiva circolazione del sangue.

Cibo spazzatura: cosa evitare

Vediamo, adesso, che tipo di cibo spazzatura dovremmo evitare per non incorrere in problemi di salute. Pensiamo, ad esempio, a tutti gli snack food o spuntini che possiamo trovare in circolazione: le barrette, i dolcetti confezionati, le merendine, i biscotti, le patatine fritte in busta, le salse da abbinare alle patatine fritte, le bevande analcoliche zuccherate.

Se una volta ogni tanto mangiamo tutto ciò non accade sicuramente niente. Se, però, diventa la regola, possiamo andare incontro ad obesità e a malattie molto gravi. E’ meglio concedersi una volta ogni tanto questi peccati di gola. Anche gli alimenti pre cucinati possono essere considerati come junk food. Questo perché sono pieni di grassi saturi, grassi idrogenati (chiamati anche trans), zuccheri raffinati e quindi poco salutari, grandi quantitativi di sale, additivi, conservanti, coloranti chimici e molto altro ancora.

Oltre ad essere molto grassi, i junk food tendono a saziare ben poco. Nel momento in cui li mangiamo possono toglierci la fame ma, in poco tempo, avremo di nuovo fame in quanto sono poveri di fibre. E’ possibile, quindi, anche dopo un pasto a base di cibo spazzatura, avere fame in pochissimo tempo. Si consiglia, al massimo, un uso saltuario di questo tipo di cibi (una o due volte al mese al massimo), per non incorrere in problematiche.

Il miglior integratore naturale

Oltre ad eliminare i cibi spazzatura, se vogliamo dimagrire e depurarci possiamo affidarci ad alcuni integratori molto utili per la nostra salute. Uno dei migliori è sicuramente quello che si chiama Piperina e Curcuma Plus. Si tratta di un integratore naturale molto valido, che abbina i benefici della piperina a quelli della curcuma, per un efficacia completa. Questo integratore naturale, è al momento il più utilizzato e abbinato nelle varie diete, grazie ai benefici riscontrati dagli esperti e dai consumatori.

Il prodotto è del tutto naturale e non crea nessun tipo di controindicazione. Può creare effetti collaterali soltanto a chi soffre di malattie croniche e a chi è in gravidanza o allattamento. Per tutti gli altri casi non vi sono problematiche. Piperina e Curcuma Plus si assume in compresse, per un totale di quattro al giorno. E’ meglio assumerlo a stomaco vuoto, pertanto si richiede l’assunzione mezz’ora prima di pranzo e mezz’ora prima di cena, per un totale di due compresse a pasto. Si può assumere con un bicchiere di acqua o altro liquido. Inoltre è notificato come sicuro e affidabile dal Ministero della Salute. Per chi volesse approfondire, può cliccare qui

L’articolo contiene soltanto tre ingredienti: la piperina, la curcuma ed il silicio colloidale. La piperina è una sostanza che è contenuta nel pepe da cucina, responsabile del sapore piccante della bacca. Si tratta di una sostanza termogenica e che aumenta i succhi gastrici nel nostro stomaco, aumentando così il senso di sazietà. E’, inoltre, nota per essere una sostanza che permette la biodisponibilità di altri elementi. E’ il caso della curcuma. La curcuma, una spezia molto nota e molto benefica, è poco biodisponibile nel nostro corpo e ha bisogno di una sostanza “acceleratrice“. La ritroviamo nella piperina, appunto. Infine, il prodotto è composto anche dal silicio colloidale, utile per la cura di ossa, articolazioni e di muscoli.

E’ possibile ordinare Piperina e Curcuma Plus in un solo modo: sul web, attraverso il sito internet ufficiale. Non è, infatti, possibile comprare le compresse in altro modo. Collegandovi al sito avrete modo di compilare un modulo con i vostri dati personali, per finalizzare l’acquisto. E’ possibile pagare con il contrassegno, con la carta di credito oppure con il Paypal. Le spese di spedizione non sono a carico del cliente, ma della ditta fornitrice del prodotto. Non dovrete quindi spendere soldi in più per ricevere le compresse.