Cilento: cosa vedere in inverno, i luoghi più belli

cilento cosa vedere in inverno

Scopri cosa vedere in inverno nel Cilento. L’area montuosa della Campania in provincia di Salerno, nella zona meridionale della regione, vanta innumerevoli meraviglie. Dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, il Cilento è una destinazione perfetta anche durante i mesi invernali. Infatti, potrete ammirare gli splendidi colori invernali, e panorami mozzafiato.

Cilento: cosa vedere in inverno

Il Cilento è una zona della provincia di Salerno che conserva la sua bellezza anche durante le stagioni invernali. Infatti, sono tanti i luoghi da poter visitare anche durante i mesi che vanno da dicembre a febbraio.

Scorci, panorami, paesini, e tanto altro vi faranno innamorare del Cilento anche al di fuori del periodo estivo.

Vediamo, quindi, cosa visitare durante l’inverno.

cilento inverno

Oasi WWF Grotte del Bussento

Gli amanti del trekking adoreranno l’idea di fare escursioni nell’Oasi WWF Grotte del Bussento. Qui, infatti, il clima è mite anche durante l’inverno, e la vista è davvero spettacolare. Tra l’autunno e l’inverno, i boschi dell’Oasi WWF e del Parco Nazionale del Cilento assumono colori caldi delle foglie che cadono.

Camminando, poi, tra cascate e fiumi, lo spettacolo della natura vi lascerà a bocca aperta.

Grotte del Bussento

Paestum, Atena Lucana, Elea-Velia

I parchi archeologici sono una delle caratteristiche di questa terra.

Infatti, tra Paestum, Atena Lucana e Elea-Velia, i luoghi da visitare vi stupiranno per la loro bellezza. In questi luoghi potrai passeggiare nella storia, facendo il pieno di cultura. Una visita, quindi, assolutamente da non perdere.

Elea-Velia

Teggiano

Teggiano è una delle poche cittadine della provincia di Salerno che ha mantenuto intatto il suo aspetto di roccaforte, con il suo castello. L’attrattiva principale della città è, infatti, quella delle alte mura medievali, che permisero alla città di difendersi dagli attacchi del Re di Napoli, Ferdinando d’Aragona.

Uno splendido borgo, dalle fattezze medievali e rinascimentali, che ancora oggi attirano migliaia di turisti ogni anno. Sebbene sia un piccolo borgo, Teggiano ha numerose attrazioni. Tanti edifici religiosi, come il convento di S. Francesco del XIV sec. e il Museo diocesano S. Pietro del XII secolo. Da visitare, inoltre, il Museo delle Erbe, situato nel centro della città e suddiviso in differenti sezioni: dalla medicina naturale, alla micologia, all’erbario naturale, fino all’etnobotanica.

Da non perdere, infine, il Museo degli usi e delle tradizioni del Vallo di Diano, costituito da diversi tipi di reperti che vanno dal telaio indispensabile per creare la tela, agli aratri per i buoi e agli strumenti la lavorazione del legno.