Cipolle: ecco quali sono gli effetti sulla salute

·2 minuto per la lettura
cipolla benefici
cipolla benefici

La cipolla è molto amata in cucina infatti viene impiegata per realizzare un grandissimo numero di ricette diverse. Oltre a essere un ingrediente fondamentale per via del suo gusto unico, la cipolla è anche un alimento ricco di proprietà e di benefici per la salute dell’organismo. Approfondiamo quali sono i buoni motivi per mangiare questo ortaggio.

Benefici e proprietà della cipolla

I benefici della cipolla sono davvero numerosi, infatti si tratta di un vegetale ricco di proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Le cipolle hanno azioni antimicrobiche molto importanti e quindi il loro consumo porta all’eliminazione dei microrganismo dannosi dall’organismo come ad esempio i batteri. Alcuni studi hanno anche dimostrato che le cipolle sono capaci di abbassare i livelli degli zuccheri nel sangue. La cipolla fa anche molto bene alle ossa che restano in ottima salute più a lungo. Si tratta di un alimento che infatti è in grado di proteggere dall’osteoporosi e di migliorare la massa ossea in generale.

Le cipolle favoriscono la diurisi e l’eliminazione delle scorie, proprio per questo risultano essenziali per eliminare il problema della ritenzione idrica. Per via delle poche calorie che contiene è anche un alimento ottimo per le persone che sono a dieta a che desiderano eliminare i chili di troppo. Numerose ricerche hanno poi dimostrato che le cipolle sono capaci di diminuire il rischio di veder insorgere alcuni tumori come quello allo stomaco, al seno, alla prostata e al colon.

La salute del cuore migliora grazie al consumo di cipolle: questi ortaggi riducono il colesterolo cattivo e i trigliceridi nel sangue, inoltre hanno un’azione anticoagulante molto importante. I folati che sono contenuti nelle cipolle riescono a migliorare il sonno e anche l’umore. Infine, la funzione antibiotica del vegetale lo rende in grado di migliorare la salute delle vie respiratorie eliminando catarro e risolvendo altri problemi legati al raffreddamento come tosse, sinusite, bronchite e laringite.