Claudio Lippi: ‘Ecco perché non lavoro più in tv’


Claudio Lippi in una nuova intervista rilasciata a ‘Il Corriere della Sera’ ha detto di pensare che la sua scelta di andarsene da ‘Buona Domenica’ dopo sole cinque puntate, nel 2006, l’ha pagata molto cara. Da allora, sostiene, non lavora più in tv.
Il conduttore 76enne con il quotidiano ha parlato delle due volte in cui “ha perso tutto”. La prima fu quando il padre venne truffato: “Lavorava in una grande azienda e, in sostanza, risanava le imprese. Era spesso via, lo vedevo poco ma ero molto legato a lui. Poi, quando io ero ormai adulto, si fece convincere da un tizio a entrare in un affare, una specie di burrificio. Peccato che poi quel tizio sparì e lasciò sulle spalle di mio padre un buco finanziario enorme”.
“Io decisi di accollarmi quel debito. Fu la prima volta che capii di aver perso tutto, fu come sentirsi mancare la terra sotto ai piedi. Ma reagii con forza e, credo oggi, con limpidezza. Non potevo lasciare la famiglia in quel baratro, non è da me. Risultato: venti miliardi di vecchie lire da ripagare in vent’anni. È stata dura, ma ce l’ho fatta”, ha aggiunto.
Nell’autunno del 2006 Lippi decise di lasciare ‘Buona Domenica’ e quando il giornalista gli ha domandato se sia stata una scelta che ha poi pagato, ha risposto: “Be’, non lavoro in televisione da quell’ottobre 2006. Faccia lei”.
“Me ne andai perché sentivo che non era più conforme a quello che ero e a quello che facevo. Vede, anche in questo caso ho seguito quella voce interna che mi avvisa sempre quando qualcosa mi veste bene o meno. Certo, ha significato rinunciare a bei guadagni, certo, ha significato una bella responsabilità per uno che ha famiglia. Io e mia moglie, dopo un periodo di crisi, siamo ritornati insieme. È stata lei stessa a volerlo, perché sotto una scorza dura c’è una donna comprensiva e attenta. E poi io sono un uomo che nella vita ha perso tutto due volte. Oggi sorrido a tutti, anche a chi mi vuole male. È la mia forza”, ha poi concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli