Clio Makeup: 'Ecco perché sono tornata in Italia'


Clio Zammatteo, meglio conosciuta con lo pseudonimo Clio MakeUp, intervistata da "Fanpage" in occasione della presentazione di un suo nuovo progetto in collaborazione con OVS, ha rivelato quali sono stati i motivi che l'hanno spinta a tornare in Italia.
La make up artist ha infatti vissuto più di dieci anni negli Stati Uniti.
"Consideriamo il fatto che io ho iniziato a fare questo lavoro nel 2008 parlando in italiano nonostante fossi in America, e con chiunque parlassi mi diceva di fare i miei tutorial in inglese, perché avrei avuto più seguito, ma sentivo che il mio legame era con l'Italia e soprattutto potevo esprimere davvero me stessa parlando italiano. Poi, con l'arrivo della pandemia e delle mie due figlie ho avvertito la necessità di tornare, perché la famiglia per me era la cosa più importante, mi mancava tantissimo", ha dichiarato.
La 39enne ha però ammesso di sentire anche la mancanza della sua vita a New York.
"L'America mi ha dato tantissimo, non posso negarlo, mi ha dato anche la spinta per lanciarmi. Sono sempre stata molto timida, se non fossi stata in America non mi sarei lanciata, ho scoperto lì questo mondo del make up e del web. Mi manca la libertà, quel modo di fare più spensierato", ha affermato.
Clio, che è mamma di due bambine, Grace e Joy, nate dal matrimonio con il marito Claudio Midolo, ha anche parlato delle critiche che spesso riceve per il suo ruolo di genitore.
"Inevitabilmente quando ti esponi ricevi ogni tipo di critica, ma penso di aver fatto un buon lavoro nel bilanciare le due cose, far vedere quello che volevo della mia vita privata e del mio lavoro. Non ricevo particolari critiche, ma quando accade ci convivo, all'inizio mi facevo molte più domande, adesso la vivo molto più serenamente", ha chiosato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli