Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro: ‘Dopo il parto il desiderio intimo è cresciuto’


Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro hanno visto crescere il desiderio intimo dopo la nascita del loro primo figlio avuto insieme, Gabriele, nato lo scorso febbraio. La coppia si è raccontata in un’intervista rilasciata a ‘Chi’ e ha fatto sapere che in effetti il tempo da dedicare all’affettività sotto le lenzuola è però un po’ diminuito.
Quando le è stato chiesto se il desiderio sia cambiato dopo l’arrivo del bebè, la bionda siciliana ha risposto: “Comunque, volendo, il desiderio è cresciuto, ora non c’è più il tempo di prima, se ti viene una voglia matta tocca aspettare, e l’attesa rafforza il desiderio”.
Paolo si è limitato a confermare. “Io non parlo di queste cose, al massimo sottoscrivo”, ha aggiunto. Ha però sottolineato che ci sono state accortezze per salvaguardare il rapporto di coppia. “Forse siamo stati attenti. Dopo il primo mese, che non fa testo, ci siamo ritagliati degli spazi nostri. Siamo andati a Parigi”, ha proseguito.
Entrambi hanno poi parlato delle relazioni aperte e si sono detti contrarissimi. “Dire ‘siamo una coppia aperta’ significa procrastinare la fine un rapporto. Per me una coppia si sceglie ogni giorno e il rapporto deve essere a due; se non è così si inquina e si chiude. E poi è una specie di modo di dire ormai: ‘Non sono stato tradito o non sono stata tradita perché siamo una coppia aperta’. Non è che io sia moralista, però mi dispiace che passi un messaggio superficiale: essere in coppia significa impegnarsi ogni giorno e l’open mind è altro: è leggere di più, viaggiare di più, ascoltare di più”, ha affermato Clizia.
Paolo le ha fatto eco: “Per carità, ognuno è libero di fare quello che vuole, però secondo me la monogamia è veramente l’unica strada: non credo a tutta questa bellezza e serenità delle coppie aperte. Sono anni che a Forum affrontiamo queste tematiche e sono anni che dico di essere contrario. Se poi l’amore finisce... Io credo che ci si possa anche lasciare bene, non solo con un tradimento, magari travestito da altro”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli