Come affrontare la stanchezza post-parto: tutti i consigli

·3 minuto per la lettura
Fatica post-parto
Fatica post-parto

La fatica post-parto è una delle lamentele più comuni delle nuove mamme, e purtroppo la stanchezza può durare per mesi. Dopotutto, il tuo corpo si sta riprendendo dall’incredibile sfida fisica della gravidanza e del parto. Tra l’altro, se hai avuto un cesareo, ti stai anche riprendendo da un importante intervento chirurgico addominale. Allo stesso tempo, ora ti stai prendendo cura di un neonato che ha bisogno di attenzione 24 ore su 24, quindi il sonno che ottieni è probabilmente frammentato e meno rigenerante.

La stanchezza dipende anche da fattori come: quanto dorme bene il tuo bambino, se sei in grado di adattare il tuo programma al suo, la quantità di supporto che hai a casa e se hai le richieste aggiuntive del lavoro fuori casa.

Cosa posso fare per affrontare la fatica post-parto?

La tua priorità in questo momento è risparmiare energia per te stessa, il tuo neonato e gli altri bambini. Questo può significare alleviare un po’ (o molto) i tuoi standard quando si tratta di faccende come le pulizie di casa. Conservare l’energia ora significa avere più probabilità di averla nel lungo periodo.

Ecco alcune strategie da provare:

  • Riposati il più possibile. Cerca di andare a letto la sera subito dopo che il tuo bambino si è sistemato.

  • Chiedi ad amici e familiari di aiutarti con compiti specifici, come fare commissioni, fare lavoretti, cucinare i pasti, guardare gli altri bambini o prendersi cura del neonato mentre ti riposi per un po’.

  • Considera la possibilità di assumere una babysitter post-partum o un’infermiera notturna, se puoi.

  • Sii selettiva sugli ospiti. Ricorda che va benissimo dire alla tua famiglia o ai migliori amici che sei troppo stanca per una visita o un soggiorno prolungato in questo momento.

  • Cogli ogni occasione per riposare, anche quando hai visite. La tua famiglia e i tuoi amici capiranno se devono intrattenersi da soli.

  • Non saltare i pasti e cerca di fare scelte alimentari sane con cibi che forniscono energia sostenuta, come quelli ricchi di carboidrati complessi e proteine. Non fare affidamento sulla caffeina e sui dolci per un rapido recupero.

  • Bevi molti liquidi.

  • Continua a prendere vitamine prenatali, specialmente se stai allattando.

  • Fai un po’ di esercizio portando il tuo bambino a fare una passeggiata: l’aria fresca e il movimento possono aiutare entrambi a dormire meglio la notte. Inizia lentamente e percorri solo una breve distanza all’inizio. Quando avrai recuperato le forze, potrai aumentare gradualmente il ritmo e la distanza.

Quando dovrei chiamare il mio medico?

Chiama subito il tuo medico se non riesci a dormire, se hai perso interesse a fare le cose che ti piacciono o se ti senti disperata: potresti avere una depressione post-partum. Se necessario, il tuo medico può indirizzarti a un terapeuta per una valutazione. Ignorare i segni della depressione post-partum può portare a sintomi più gravi.

Anche l’anemia può contribuire all’affaticamento, soprattutto se hai perso molto sangue durante il parto. Chiedi al medico se devi fare un test per la carenza di ferro. Infine, la stanchezza post-parto a volte può essere un sintomo di una ghiandola tiroidea sottoattiva, nota anche come ipotiroidismo. Una piccola percentuale di donne sviluppa questa condizione curabile da quattro a otto mesi dopo il parto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli