Come affrontare l'inverno tra le mura di casa? La risposta è il Koselig e arriva dalla Norvegia

Di Arianna Venegoni
·4 minuto per la lettura
Photo credit: Getty Images
Photo credit: Getty Images

From Cosmopolitan

The winter is coming e quest'inverno specialmente rischia di essere più complesso degli altri, non solo perché temperature fredde e grigio non sono il massimo per l'umore, ma anche e soprattutto per le varie restrizioni che ci sono e ci saranno per una pandemia che purtroppo è ancora attuale. Ma non siamo qui a demoralizzarci ancora di più anzi, dopo che ti avremo parlato di koselig, speriamo di darti anche solo un briciolo di positività in più per affrontare al meglio la prossima stagione. Cos'è il koselig? È una sorta di filosofia norvegese, che ci dà le giuste dritte su come imparare a vivere l'inverno bene da casa godendoci ogni singolo momento. E se ti ha ricordato un po' il Kalsarikännit dei cugini finlandesi, bè alcuni elementi restano (no, l'alcool non è uno di questi) ma con il koselig si va a celebrare e dare un significato più profondo alle nostre relazioni e al senso di unità che si crea nello stare insieme. Ma come mettere in pratica la filosofia koselig durante un inverno pandemico che vede il distanziamento sociale come punto fondamentale? Con un po' di creatività.

Koselig, cos'è la filosofia norvegese che ci farà riscoprire la bellezza dell'inverno (pandemico)

Ok, l'inverno potrebbe non essere proprio la nostra stagione preferita: pioggia, nebbia, freddo, buio presto e chi più ne ha più ne metta. Se a questo aggiungiamo che le regole dovute al Covid-19, si basano principalmente sul distanziamento sociale limitando (e di moltissimo) i nostri incontri e i nostri spostamenti, l'inverno si presenta molto più tosto del previsto ed è tempo di mettere in atto una strategia per affrontare al meglio questo periodo ancora più gelido del solito e un aiuto ci può arrivare da coloro che nel freddo più totale ci vivono non solo da dicembre a febbraio, aka i norvegesi.

Come possono delle persone che non vedono il sole da novembre a gennaio, godersi l'inverno? Non ci crederai, ma dagli studi dello psicologo Kari Leibowitz è emerso che questa popolazione ha sviluppato un vero e proprio norwegian mindset che permette loro di vedere l'inverno come un periodo positivo, felice e gioioso. Fantascienza? No è la filosofia del koselig, che prevede la celebrazione dei piccoli momenti di quotidianità in grado di trasmettere calore e benessere e soprattutto la condivisione di questi.

Koselig, la potremmo aggiungere alle tante parole straniere bellissime che abbiamo imparato a conoscere in questi anni e che non ha una vera e propria traduzione nella nostra lingua perché va ad esprimere più un concetto. Si pronuncia koohshlee e come spiega Leibowitz si tratta di una mentalità che cerca di trarre il meglio da una situazione difficile, anzi, prendendo le sue parole:

Un modo per connettersi con le opportunità di questo momento per riflessioni più grandi, significati più profondi, relazioni e connessioni sociali più forti.

Ma quali sono le caratteristiche koselig che possiamo attuare anche noi durante quest'inverno, che probabilmente, passeremo in casa per gran parte del tempo?

L'intimità e l'accoglienza koselig

Una delle parole che rientra nella possibile traduzione di koselig è accoglienza. In questa filosofia norvegese è fondamentale creare piccoli momenti di intimità quotidiana con le persone che ci stanno più vicino. Se vivi in famiglia, o con il/la tuo/a partner puoi creare questa situazione accogliente, rilassante e intima, aiutandoti con luci soffuse, coperte e qualche bevanda calda preparata da te.

Ritrova il contatto con la natura

Puoi ben immaginare le grandi foreste che si estendono per la Norvegia e in generale per tutta la penisola scandinava, quindi si capisce come il contatto con la natura sia uno degli aspetti principali della filosofia koselig. Passare del tempo all'aperto, lontano dal caos cittadino è a dir poco rigenerante per mente e spirito e se al momento gli spostamenti sono sconsigliati, a meno che tu abiti già in una località di mare o di montagna, cerca di passare un po' di tempo all'aperto magari in un parco cittadino, a patto di mettere sempre la mascherina.

Photo credit: Warchi - Getty Images
Photo credit: Warchi - Getty Images

Ricrea il contatto con gli altri (anche se a distanza)

Sappiamo tutti durante i mesi di isolamento quanto ci sia mancato il contatto con i nostri amici o i nostri famigliari, e il perno principale su cui fa leva il koselig, che è anche ciò che lo differenzia dal più noto hygge, è proprio il fatto che va a celebrare la condivisione e lo stare insieme agli altri, rispetto al godersi i momenti in solitudine. La situazione attuale è ciò che più rende difficile attuare questa cosa ma ricordati che il koselig è un mindset, quindi potrai crealo anche se i tuoi amici non saranno lì fisicamente. Ricrea la coziness fatta di candele o luci soffuse, coperte, cuscini, tisane o cioccolata e tutto ciò che renda la camera confortevole e calda, dì alla tua amica di fare lo stesso e fate la vostra videochiamata a distanza, nel più totale koselig mood.

Come vedi non sono necessarie le baite in legno norvegesi o le immense distese di boschi per vivere secondo koselig, ricordati il principio fondamentale, trovare il bello anche nelle situazioni difficili, e ci sembra l'approccio migliore con cui affrontare questo inverno 2020.

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli articoli di Cosmopolitan direttamente nella tua mail.

ISCRIVITI QUI