Come avere un arredo bagno sostenibile

·3 minuto per la lettura
idroclic tuo benessere
idroclic tuo benessere

Uno dei mantra che dovrebbe accompagnarci quotidianamente è quello della sostenibilità. La salute del pianeta è in pericolo e c’è bisogno ogni giorno di azioni concrete per salvaguardare il futuro della Terra.

Magari non tutti ne sono al corrente ma la sostenibilità può riguardare anche l’arredamento della propria casa. É possibile infatti, effettuare delle scelte green per il design dell’ambiente domestico.

Una delle stanze dove avviene il maggiore consumo in termini energetici è sicuramente il bagno dove c’è un grande dispendio di acqua ed elettricità. Come fare quindi per averne uno ecosostenibile? Ecco alcuni consigli.

Rubinetteria

Il consumo maggiore riguarda, senza dubbio, l’acqua, perciò la rubinetteria rappresenta un elemento su cui agire prontamente. L’innovazione ha permesso di creare rubinetti smart in grado di evitare gli sprechi idrici.

Esistono diverse tipologie di rubinetti tra cui quelli:

  1. A risparmio idrico: questi rubinetti sono in grado di prevenire l’accensione involontaria della caldaia evitando sprechi di gas metano e riducendo il consumo idrico al minimo.

  2. Elettronici: è più comune trovarli in bagni pubblici che hanno una grande affluenza ma, di recente, vengono adottati anche negli spazi privati. Posseggono un sensore composto da una fotocellula che blocca l’erogazione dell’acqua quando viene superato il tempo limite. Inoltre, in alcuni modelli, è possibile pre-impostare la temperatura.

Puoi acquistare la tua rubinetteria green presso rivenditori accreditati come Idroclic che possiede un vasto catalogo di prodotti sostenibili per il bagno e la cucina.

Doccia

La doccia è un elemento che non può mancare in un bagno sostenibile. Il risparmio idrico che si ottiene con l’uso della doccia è evidente se paragonato a quello della vasca. Il risparmio diventa ancora maggiore se dotiamo il box doccia di un miscelatore termostatico. Si tratta di un tipo di rubinetto tecnologico che permette di mantenere costante la temperatura dell’acqua per tutta la durata della doccia; ciò comporta sia un risparmio in termini economici che idrici.

Termoarredo

In un ambiente come il bagno il riscaldamento è importantissimo. Fare una doccia d’inverno è molto più piacevole se l’ambiente risulta caldo e accogliente ma lo spreco è sempre dietro l’angolo. L’opzione più saggia risiede nel termoarredo ovvero una tipologia di termosifoni che oltre ad essere funzionali si trasformano in pezzi di design che si integrano perfettamente con il resto del mobilio. Il vantaggio risiede nel fatto che sono spesso realizzati in alluminio, materiale che si scalda velocemente e mantiene più a lungo il calore garantendo un notevole risparmio energetico.

Illuminazione e accessori

Quelli sopracitati sono i tre punti principali su cui agire per rendere sostenibile il tuo bagno ma ci sono anche altre accortezze che possono essere prese in considerazione e che riguardano l’illuminazione e gli accessori.

Per quanto riguarda l’illuminazione, e quindi, il risparmio dell’energia elettrica, il consiglio è quello di installare delle luci a LED che durano più a lungo e consumano meno. Inoltre, questo tipo di luci, non contiene mercurio tossico e questo non rende dannoso il loro smaltimento in termini ambientali.

Come accennato in precedenza, un altro fronte su cui è possibile agire è quello degli accessori per il bagno. Non ha senso infatti costruire un ambiente sostenibile se poi si fa un utilizzo continuo della plastica o di prodotti usa e getta. Ad esempio si potrebbe pensare di: acquistare della carta igienica fatta con carta riciclata; sostituire i classici spazzolini con uno elettrico o di bambù; eliminare i flaconi di plastica comprando i prodotti sotto forma di saponetta.

Sono tante le cose che si possono fare per tutelare l’ambiente, l’importante è cominciare ed aiutare gli altri ad essere più consapevoli delle proprie azioni in materia di sostenibilità.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli