Come capire quando chiamare il 118 per un bambino

·6 minuto per la lettura
chiamare il 118
chiamare il 118

Non è sempre facile capire quando chiamare il 118. Come puoi dire se il tuo bambino ha problemi di respirazione o se ha un grave attacco epilettico? Continua a leggere per avere linee guida chiare su cosa fare in queste comuni emergenze mediche.

Difficoltà di respirazione

Chiama il medico se il tuo bambino ha questi segni di difficoltà respiratoria:

  • Grugnito

  • Narici dilatate

  • Succhiare la pelle sopra la clavicola, o tra o sotto le costole

  • Respiro costantemente veloce

  • Fischi, tosse o suoni scoppiettanti durante l’inspirazione e l’espirazione (respiro sibilante)

Chiama il 118 se:

  • Il bambino diventa blu intorno alla bocca o fa più di 60 respiri al minuto

  • Convulsioni

Segni che il tuo bambino sta avendo un attacco

  • Improvvisamente non risponde e fissa nel vuoto, o sembra avere delle contrazioni involontarie

  • Diventa incosciente e si contorce o si agita

Cosa fare:

Gira il tuo bambino su un lato per prevenire il soffocamento da saliva, e asciuga la saliva dalla bocca per mantenere le vie respiratorie libere.

Chiama il medico se:

Le convulsioni durano meno di tre minuti.

Chiama il 118 se:

  • Le convulsioni durano più di tre minuti

  • Il bambino diventa blu intorno alla bocca o fa più di 60 respiri al minuto

  • Il bambino ha avuto una crisi e non puoi raggiungere subito il medico

Caduta o colpo alla testa

Chiama il 118 se il tuo bambino ha uno di questi sintomi dopo una caduta o un colpo alla testa:

  • Respirazione irregolare

  • Convulsioni o convulsioni

  • Incoscienza

Cosa fare nel frattempo:

  • Non spostare il tuo bambino a meno che non ci sia il pericolo di farsi ulteriormente male

  • Esegui la RCP se il bambino smette di respirare

  • Se il bambino sanguina, copri la ferita con un panno pulito e fai pressione

Vai al pronto soccorso o consulta subito un medico se:

  • Il bambino è stato incosciente, anche se dopo sembrava stare bene

  • Vomita più di una volta

  • Il bambino è insolitamente sonnolento

  • Sembra debole o confuso o ha problemi di coordinazione, visione o comunicazione verbale

  • Sanguina dalle orecchie

  • Sanguina dal naso o dalla bocca e non si ferma dopo cinque o dieci minuti di pressione

Ossa rotte

Chiama il 118 se:

  • L’osso sporge dalla pelle. Non toccarlo, coprilo con un panno pulito.

  • Il bambino può avere una frattura del cranio, del collo, della schiena o del bacino. Non spostare il bambino.

  • Il bambino sembra avere un forte dolore in una zona e piange inconsolabilmente

Chiama il medico se il tuo bambino ha questi segni di un osso rotto:

  • Lividi, gonfiore, tenerezza e rigidità in un’area

  • Aumento del dolore con il movimento

  • Incapacità di usare l’arto

  • L’arto sembra piegato fuori posizione

  • Hai sentito un suono schioccante durante il trauma

Sanguinamento grave

Chiama il 118 se:

  • Il tuo bambino ha perso conoscenza, non risponde o respira in modo irregolare

  • Non riesci a fermare l’emorragia entro dieci minuti premendoci sopra con un panno pulito

Cosa fare:

  1. Stendi il tuo bambino con i piedi sollevati

  2. Se possibile, alza anche la parte del corpo che sta sanguinando

  3. Applica una pressione decisa sulla ferita con un panno pulito finché l’emorragia non si ferma

  4. Se il sangue penetra attraverso la benda che stai usando, basta aggiungere un altro strato sopra

  5. Una volta che l’emorragia si ferma, lascia la benda al suo posto e legane un’altra – o avvolgi della plastica o del nastro adesivo – saldamente intorno alla zona ferita (ma non così stretta da interrompere la circolazione)

Andare al pronto soccorso se:

  • Il bambino è sveglio e vigile

  • Non hai già chiamato il 118

Tagli e graffi

Cosa fare:

  • Applica una pressione diretta con una benda pulita o un asciugamano fino a quando l’emorragia si ferma

  • Controlla se ci sono detriti nella ferita; prova a sciacquarla con acqua fresca corrente o usa una pinzetta per rimuovere con attenzione i detriti più grandi

  • Lava delicatamente la ferita con sapone e acqua calda o immergi l’area ferita nella vasca da bagno, poi tampona per asciugarla

  • Applica una pomata antibiotica

  • Copri la ferita con una benda se si trova in un punto che potrebbe sporcarsi o sfregare contro i vestiti

Chiama il 118 se:

Non riesci a fermare l’emorragia entro dieci minuti usando una forte pressione con un panno pulito.

Vai al pronto soccorso se:

  • Il taglio sembra profondo o ha bordi frastagliati (il tuo bambino potrebbe aver bisogno di punti di sutura).

  • La ferita è inglobata da detriti (come sporcizia o ghiaia) che non riesci a togliere

  • La ferita è sul viso del tuo bambino

  • Il tuo bambino è stato morso da un animale o da un altro bambino e la pelle è rotta

  • Il tuo bambino ha una ferita profonda o un taglio causato da un oggetto sporco

Chiama il medico se vedi questi segni di infezione nei giorni seguenti: arrossamento, pus, trasudamento, gonfiore o se l’area è calda al tatto.

chiamare il 118 bambino
chiamare il 118 bambino

Avvelenamento

Chiamare il 118 se:

  • Il bambino è incosciente, non risponde, o è estremamente assonnato

  • Ha le convulsioni

  • Diventa blu intorno alla bocca o fa più di 60 respiri al minuto

  • Ha bruciature sulle labbra o sulla bocca

Cosa fare:

  • Allontana dal tuo bambino il resto di ciò che è stato inghiottito

  • Non cercare di farlo vomitare

  • Cerca di fargli sputare qualsiasi cosa sia rimasta in bocca

  • Conserva un campione – a meno che tu non abbia il contenitore

  • Chiama il centro antiveleni, che può valutare la situazione e dirti cosa fare

Chiama il medico se il tuo bambino ha questi sintomi:

  • Vomito per più di 24 ore

  • Sei ore senza pannolino bagnato, labbra e bocca asciutte, pianto senza lacrime se ha più di 3 settimane

  • Un po’ di sangue nel vomito

  • Vomito forzato e persistente entro mezz’ora dopo aver mangiato

Vai al pronto soccorso se il tuo bambino sta vomitando e ha uno di questi sintomi:

  • Pianto inconsolabile, tira alternativamente dentro e fuori le gambe, inarca la schiena per il dolore

  • Il vomito ha un aspetto verde, nero o rosso (prova a portare un campione in un sacchetto di plastica)

  • Grumo duro o gonfiore nell’addome che è doloroso quando viene toccato

  • Vomito più di una volta dopo un trauma cranico

Chiamare il 118 se il bambino non risponde.

Diarrea

Chiama il medico se il tuo bambino ha questi sintomi:

  • Il bambino più giovane di 3 mesi ha diarrea (feci che sono improvvisamente più frequenti e più acquose del solito)

  • La diarrea non migliora dopo 24 ore

  • Sei ore senza pannolino bagnato, labbra e bocca asciutte, pianto senza lacrime se ha più di 3 settimane

  • Feci nere o sangue nelle feci

Chiamare il 118 se il bambino non risponde.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli