Come consumare sodio in maniera equilibrata

·2 minuto per la lettura
ridurre sale
ridurre sale

Ridurre il sale nella dieta può rappresentare un toccasana per la nostra salute, ma dobbiamo fare attenzione a quanto ne assumiamo effettivamente, perché anche mangiarne troppo poco potrebbe risultare controproducente. Vediamo dunque come regolarci e come possiamo sostituirlo.

Ridurre il sale nella dieta

Il sale che usiamo in cucina è la nostra principale fonte di sodio, ecco perché è così fondamentale assumerlo con moderazione ma non farne del tutto a meno: il sodio è infatti un minerale importantissimo per la nostra salute, perché regola il volume plasmatico e il funzionamento delle cellule. Tuttavia, come si diceva, un consiglio per migliorare il nostro benessere e non incorrere in disturbi fisici è quello di ridurre il sale nella nostra dieta: capiamo il motivo.

Ridurre il sale nella dieta: benefici

Quando assumiamo per lungo tempo dosi di sale elevate possiamo rischiare di sviluppare alcune patologie. In primis, l’innalzamento della pressione sanguigna, e di conseguenza anche la probabilità di andar soggetti a malattie cardiovascolari; nonché a calcoli renali.
Altro fastidioso disturbo, di certo di minor entità, che si aggrava con un consumo eccessivo di sale, è quello della ritenzione idrica e della cellulite.

Ma come facciamo a ridurre il sale nella dieta in maniera efficace?

Consigli per ridurre il sale nella dieta

Partiamo col dire che il fabbisogno giornaliero di sale, e dunque di sodio, equivale a circa 2 grammi. E’ infatti altamente consigliato non andare oltre queste dosi, o almeno non di frequente, arrivando fino a circa 5-7 grammi, per non rischiare con la nostra salute. Ma come facciamo a ridurre il sale durante la dieta?

Il sodio si trova in diversi alimenti come il latte, i molluschi, la carne, ma in maniera naturale e non pericolosa. Sono gli alimenti ad alto contenuto di sale a rappresentare un problema: i cibi lavorati, in particolare, come i cibi pronti oppure le salse, il pane, nonché i dolci. Sono alimenti che consumiamo di frequente. A questi, bisogna poi affiancare un ulteriore problema: il sale che ogni giorno aggiungiamo noi stessi nel cibo.

Il mix di cibo e sale aggiunto può avere pericolosi effetti sulla nostra salute, per questo dovremmo cercare di ricreare il sapore degli alimenti in altri modi. Spezie, erbe aromatiche, peperoncino e pepe, limone, possono essere dei validi sostituti per una dieta troppo ricca di sale.

Ridurre il sale nella dieta: attenzione

Abbiamo capito quanto sia importante ridurre il sale nella nostra dieta, ma attenzione a non eliminarlo del tutto: nello specifico, con il sale iodato assumiamo lo iodio nella nostra alimentazione. Questo minerale è essenziale per evitare alcune patologie, soprattutto quelle legate alla tiroide.