Come fa Facebook a capire la tua età dal modo in cui ridi?

Di Alice Bolgiani
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Steve McAlister
Photo credit: Steve McAlister

From Cosmopolitan

Hai mai pensato che Facebook potesse capire l'età delle persone dal modo in cui interagiscono con la piattaforma, con gli altri utenti, e in particolare, dal modo in cui ridono? Facebook, ispirato da un articolo del New Yorker, ha condotto una ricerca sull'evoluzione dell'e-laughing, con l'intento di scoprire quale risata fosse la più popolare e la fascia di età che più la utilizza.

Facebook: la ricerca

I ricercatori di Facebook hanno analizzato anonimamente i post e i commenti pubblicati dagli utenti nell'arco di una settimana, in particolare, quelli che contenessero almeno una stringa di caratteri che corrispondesse ad una risata. Si ricercavano principalmente quattro tipologie di risata: Haha ed Hehe con le loro deformazioni più o meno lunghe, le emoji che ridono e LOL. In questa ricerca Facebook non ha preso in considerazione i messaggi diretti mandati tramite Messenger, ma solo le risate e le emoji trovate nei feed della propria piattaforma. La prima cosa che i ricercatori del social media creato da Zuckerberg hanno notato è che in buona parte dei contenuti postati online sono presenti delle risate: il 15% degli utenti che hanno pubblicato o commentato nella settimana presa in considerazione hanno utilizzato almeno una risata scritta come LOL, Haha ed Hehe o hanno usato delle emoji che ridevano. I ricercatori, quindi, hanno preso questa percentuale e l'hanno ulteriormente analizzata, scomponendola. Hanno scoperto che circa il 46% delle persone pubblica solo una risata durante l'arco della settimana, mentre il dato sale addirittura a circa 85% se si considerano gli utenti che pubblicano da una a cinque risate settimanali.

Come fa Facebook a determinare l'età in base al tipo di risata?

I ricercatori di Facebook sono riusciti a capire che ci sono diverse ragioni per cui si utilizzano delle risate piuttosto che altre: i fattori principali sono l'età, il sesso e la posizione geografica degli utenti presi in considerazione durante il test. Le donne e i giovani utilizzatori del social network preferiscono utilizzare le emoji per rappresentare le loro risate, mentre gli uomini sono degli utilizzatori più assidui di Hehe di lunghezza considerevole. Gli utenti di grandi città come Chicago e New York utilizzano più spesso le emoji mentre in città come Seattle e San Francisco sono più in voga gli Haha. Come avrete capito, i ricercatori di Facebook hanno suddiviso le persone analizzate in quattro gruppi: gli utilizzatori di Haha, quelli di LOL, quelli di Hehe e quelli che utilizzano le emoji. Grazie a questa ricerca sono riusciti a tracciare una classifica sulla risata più popolare: la risata più usata è senza dubbio Haha (con il 51,4% di utilizzatori), seguita al secondo posto dalle emoji ridenti (33,7%) e a chiudere il podio Hehe (13,1%). Medaglia di legno per LOL, che si accontenta del quarto ed ultimo posto disponibile (1,8%).
La maggior parte degli utilizzatori di LOL sono persone di vecchia generazione, mentre gli utenti più giovani sono gli utilizzatori più accaniti di emoji che ridono. Questo ci fa capire che, a meno che tu non voglia per forza sembrare fuori moda o apparire come pezzo d'epoca, su Facebook è molto meglio non ridere utilizzando acronimi. Divertente, vero? Haha!

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli articoli di Cosmopolitan direttamente nella tua mail.

ISCRIVITI QUI