Come fare il bagno al neonato

·4 minuto per la lettura
Fare il bagno al neonato
Fare il bagno al neonato

Per la prima settimana è meglio fare il bagno al neonato con un semplice panno caldo e umido. Lavagli frequentemente il viso e le mani, e pulisci accuratamente la sua zona genitale dopo ogni cambio di pannolino.

Come fare il bagno al neonato in una vasca da bagno

Dopo che il moncone del cordone ombelicale si asciuga, cade e l’area guarisce, puoi iniziare a fare al tuo neonato un bagno in vasca ogni pochi giorni. È più facile usare il lavandino della cucina o una piccola vasca di plastica per bambini riempita di acqua calda invece di una vasca standard.

Anche se alcuni genitori fanno il bagno ai loro bambini tutti i giorni, fino a quando il bambino gattona e si mette nei pasticci, un bagno non è davvero necessario più di tre volte alla settimana durante il primo anno. Fare il bagno troppo spesso può seccare la pelle del bambino.

Alcuni bambini trovano l’acqua calda molto rilassante. Se questo è il caso del tuo bambino, va bene lasciarlo indugiare. Altri piangono per tutta la durata del bagno, ed è allora che vorrai farlo entrare e uscire. Il bagno non deve occupare molto tempo: cinque minuti sono sufficienti per pulire il tuo bambino prima che l’acqua si raffreddi troppo.

Quando farai il bagno al tuo neonato, all’inizio potresti avere un po’ di paura. Maneggiare una piccola creatura che si dimena, bagnata e insaponata richiede pratica e fiducia, quindi mantieni la calma e mantieni una buona presa su di lui.

Come tenere il bambino al sicuro nella vasca da bagno

Esistono diversi modi per fare un bagnetto sicuro al tuo piccolo. Ecco i nostri consigli:

  • Non lasciare mai il tuo bambino senza sorveglianza, nemmeno per un minuto. Se devi lasciare il bagno mentre il tuo bambino fa il bagno, avvolgilo in un asciugamano e portalo con te.

  • Evita il telefono e le sue distrazioni. I bambini possono scivolare sotto l’acqua senza fare rumore.

  • Non mettere mai il tuo bambino in una vasca da bagno quando l’acqua sta ancora scorrendo. L’acqua può diventare rapidamente troppo profonda o calda.

  • Imposta il tuo scaldabagno a 120 gradi Fahrenheit. Un bambino può avere ustioni di terzo grado in meno di un minuto a 140 gradi.

  • Non lasciare mai il tuo bambino incustodito. Sì, è così importante che lo abbiamo elencato due volte. Un bambino può annegare in meno di un centimetro d’acqua – e in meno di 60 secondi.

Passo dopo passo: come fare il bagno al tuo bambino

Raccogli tutti i tuoi accessori per il bagno (compreso il sapone delicato, un asciugamano e un bicchiere di plastica), e disponi un asciugamano, un pannolino pulito e dei vestiti. Assicurati che la stanza sia comodamente calda in modo che il tuo bambino non si raffreddi.

  1. Riempi la vasca con circa 3 pollici di acqua calda, ma non bollente, all’interno del tuo polso – circa 32 gradi Celsius o qualche grado in più.

  2. Porta il tuo bambino nella zona del bagno e spoglialo completamente. Consiglio: se il tuo bambino piange durante ogni bagno, lascia il pannolino all’inizio. Può dargli un maggior senso di sicurezza nell’acqua.

  3. Infila gradualmente il tuo bambino nella vasca con i piedi, usando una mano per sostenere il collo e la testa. Versare regolarmente tazze di acqua da bagno su di lui durante il bagno in modo che non si raffreddi troppo.

  4. Usa un sapone delicato e con parsimonia (troppo secca la pelle del tuo bambino). Lavalo con la mano o con un panno da cima a fondo, davanti e dietro. Inizia a lavare il cuoio capelluto con un panno bagnato e insaponato. Risciacqua il sapone dal panno e usalo per pulire delicatamente gli occhi e il viso. Se il muco secco si è raccolto negli angoli delle narici o degli occhi del tuo bambino, tamponalo più volte per ammorbidirlo prima di asciugarlo. Per quanto riguarda i genitali del tuo bambino, un lavaggio di routine è tutto ciò che serve.

  5. Sciacqua bene il tuo bambino con tazze d’acqua e asciugalo con un panno pulito. Poi, con molta attenzione, sollevalo dalla vasca con una mano che gli sostiene il collo e la testa e l’altra che gli sostiene il sedere. Avvolgi le dita intorno a una coscia, dato che i bambini sono scivolosi quando sono bagnati. Se è possibile, fatti aiutare da un altro adulto ricevendo il tuo bambino in un asciugamano asciutto.

  6. Avvolgi il tuo bambino in un asciugamano con cappuccio e tamponalo. Se la sua pelle si sta ancora spellando dalla nascita, puoi applicare una lozione delicata per bambini dopo il bagno, ma in genere si tratta di pelle morta che deve essere tolta comunque, non di pelle secca. Poi mettigli il pannolino, vestilo e dagli un bacio sulla sua testa profumata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli