Come fare la focaccia della befana, il dolce facile e buonissimo con un tocco di magia

Di Redazione
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Anjelika Gretskaia - Getty Images
Photo credit: Anjelika Gretskaia - Getty Images

From Esquire

La focaccia della Befana, a dispetto del nome, è un dolce: una particolare e sofficissima brioche, dalla forma caratteristica e dal contenuto a sorpresa. Si tratta di una tradizione del nord ovest, in particolare del Piemonte, dove viene chiamata fugassa d'la Befana. A differenza degli altri dolci lievitati del periodo natalizio, ha una forma larga e bassa, non sviluppata verso l'alto come quelle del panettone e del pandoro.

Ma soprattutto, a differenza di panettone e pandoro, è un dolce molto facile da preparare in casa. Anche se non siete a Torino e dintorni, allora, potete adottare questa tradizione dell'Epifania: ogni scusa è buona per sperimentare nuove ricette e continuare a mangiare! La sorpresa, il tocco di magia, sta in una moneta, o meglio ancora una fava, che viene inserita sotto una delle fette o petali di cui è composta la focaccia: chi si trova nel piatto quella fetta... a scelta, avrà un anno fortunato, oppure paga da bere a tutti. O entrambe le cose.

Photo credit: miguelangelortega - Getty Images
Photo credit: miguelangelortega - Getty Images

Mezzo chilo di farina forte, Manitoba o comunque con una buona quantità di glutine, 15 grammi di lievito di birra o 150 grammi di pasta madre, e 2 dl di latte. Iniziamo a impastare e poi aggiungiamo un uovo e 100 grammi di zucchero. Quando l'impasto ha preso corda, inseriamo il sale, basteranno 5 grammi, e poi un pezzettino alla volta il burro, che avremo tirato fuori dal frigo molto prima. Infine, i canditi o l'uvetta ammollata, cento grammi abbondanti. Copriamo la ciotola e aspettiamo il raddoppio, oppure dopo un'oretta mettiamo in frigo e rimandiamo al giorno dopo, così l'impasto maturerà e sarà ancora più profumato.

A questo punto sgonfiamo, diamo una forma circolare e inseriamo in una teglia rotonda, ben imburrata. Eseguiamo dei tagli come se volessimo disegnare i raggi di una bicicletta, quindi lasciando un pezzo intatto al centro, e infine alziamo ogni fetta e arrotoliamola su sé stessa più volte. A questo punto inseriamo la fava sotto una fetta, spennelliamo di latte e mettiamo a lievitare attendendo il raddoppio. Prima di andare in forno, un'altra spennellata di latte o uovo sbattuto, e poi cospargiamo la superficie con granella di zucchero. Infine cuociamo a 180°C per 45 minuti. Buona (focaccia della) Befana!