Come funzionano le faccette dentali

·3 minuto per la lettura
faccette dentali
faccette dentali

Delle faccette dentali si è sentito parlare in moltissime occasioni negli ultimi anni e l’interesse nei confronti di questa soluzione per migliorare l’estetica del sorriso è aumentato sempre di più da parte delle persone. D’altronde, ormai si sa che il segreto dei VIP, che sfoggiano sempre denti perfetti, è proprio questo: in moltissimi si sono rivolti ad uno specialista in faccette dentali a Milano. Quello che però in molti non sanno è che queste sottili lamine in ceramica non permettono semplicemente di ottenere un sorriso bianco e smagliante. Sono utili anche per correggere molti altri difetti dei denti ed è per questo che sono spesso consigliate a coloro che desiderano migliorare l’estetica del proprio sorriso.

Come funzionano però nel dettaglio le faccette dentali? In quali casi sono consigliate e quanto costano? Scopriamolo insieme.

Cosa sono le faccette dentali

Le faccette dentali altro non sono che delle sottili lamine di ceramica che vengono realizzate in modo personalizzato ed applicate sulla superficie esterna dei denti. Possiamo considerarle un’alternativa alla classica ricostruzione in composito, altrettanto valida e non invasiva per il paziente. La sostanziale differenza tra queste due tecniche è che le faccette hanno una durata superiore e per tale ragione sono spesso preferite.

Come vengono applicate le faccette dentali

Le faccette dentali vengono applicate dallo specialista in poco tempo e per il paziente si tratta di un intervento assolutamente non invasivo ed indolore. Non esistono controindicazioni o effetti collaterali dunque si tratta di una soluzione ottimale nella maggior parte dei casi. Prima di procedere con l’applicazione definitiva delle faccette, i migliori dentisti realizzano il cosiddetto “mock-up” ossia delle lamine provvisorie. In tal modo, il paziente può avere un’idea del risultato finale ed eventualmente possono essere apportate delle modifiche.

Una volta che le faccette definitive sono pronte, vengono cementate sulla superficie esterna di ogni dente ed il paziente può subito godere di un sorriso perfetto.

A cosa servono le faccette dentali

Come abbiamo accennato, le faccette non permettono solamente di rendere il sorriso più bianco e splendente. Sono utili anche per correggere alcuni difetti della dentatura, proprio come la ricostruzione in composito che è però più complessa. Le faccette sono dunque indicate nei seguenti casi:

  • Denti macchiati o ingialliti;

  • Smalto dentale rovinato (graffiato, poco regolare, ecc.);

  • Difetti nell’allineamento dentale;

  • Presenza di spazi antiestetici tra un dente e l’altro;

  • Irregolarità nella lunghezza dei denti.

In tutti questi casi, grazie alle faccette è possibile tornare ad avere un sorriso perfetto sotto ogni punto di vista. Non si tratta dunque di un intervento estetico che si limita a sbiancare i denti ma permette anche di rimediare ad alcuni dei più comuni inestetismi.

Quanto costano le faccette dentali?

Il costo delle faccette dentali dipende da molteplici fattori ed è impossibile fare una stima precisa dei prezzi, anche perché da uno studio ad un altro le tariffe possono variare sensibilmente. È tuttavia importante, qualora si scegliesse tale soluzione, rivolgersi ad uno specialista serio e qualificato evitando al contrario chi propone prezzi eccessivamente economici. Si spende un po’ di più, ma si può contare su un risultato impeccabile e di lunga durata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli