Come organizzarsi a colazione, aka 3 idee buone, sane e veloci che non tolgono tempo alla tua routine

·3 minuto per la lettura
Photo credit: Arx0nt - Getty Images
Photo credit: Arx0nt - Getty Images

L’aspetto più negativo della carenza di organizzazione è il dover rinunciare alle cose a cui teniamo o addirittura ad alcune sane abitudini.

Per esempio, ora che piano piano torniamo alla normalità e si tornano a popolare gli uffici – seppur con minor frequenza –, le giornate si riempiono di nuovo di impegni e i ritmi tornano a essere piuttosto sostenuti.

In particolare quando si hanno bimbi piccoli, questo può significare avere pochissimo tempo la mattina e molto spesso la prima cosa a cui si rinuncia, pur di uscire tutti in orario, è la colazione. Eppure ormai è noto a tutti che si tratta di un pasto molto importante, che ci dà le energie di cui abbiamo bisogno per affrontare la prima parte della giornata.

COME ORGANIZZARE LA COLAZIONE SE SEI DI CORSA AL MATTINO

Certo, probabilmente per alcuni il fascino della colazione risiede nel lusso di potersela godere con calma, mangiando cibi gustosi e sani, e se questa non è una possibilità, tanto vale rinunciarvi.

COME ORGANIZZARSI PER NON SALTARE LA COLAZIONE

Ma è davvero così? Meglio ingurgitare una brioche al bar più tardi, attanagliati dalla fame di metà mattina, o pianificare questo momento della giornata per tempo, nutrendosi in maniera adeguata, senza accumulare ritardi sui propri impegni?

Per esempio, esistono delle colazioni che si possono preparare la sera prima. Eccone tre.

PORRIDGE

Il porridge è una colazione tipica inglese a base di fiocchi d’avena cotti nel latte (si può usare anche quello vegetale). Come idea non è molto distante dal nostro risolatte, ma è molto più veloce nella sua preparazione, perché i fiocchi d’avena hanno una cottura di pochissimi minuti. Ormai il porridge è piuttosto noto anche in Italia e, okay, può non piacere a tutti, eppure è un piatto perfetto perché, permette di alternare cibi diversi nell’ambito delle nostre colazioni.

Inoltre il porridge può essere personalizzato a seconda di quello che si ha a disposizione: miele, spezie, semi oleosi, frutta secca o fresca. Bastano davvero pochi minuti per prepararlo, ma se la mattina non si hanno a disposizione nemmeno quei pochi minuti, si può ricorrere alla cottura in un elettrodomestico noto come Crockpot o Slow Cooker. Si tratta di una grande pentola (di solito in ceramica) che cuoce a bassissime temperature per moltissime ore, e quando la cottura è terminata tiene in caldo la pietanza.

Per preparare il porridge basterà inserire avena e latte nello slowcooker la sera precedente e servirla la mattina. Naturalmente, per ottenere la caratteristica consistenza di questo piatto è bene seguire le quantità indicate in ricetta.

OVERNIGHT OATS

Il porridge è ottimo in inverno perché viene mangiato solitamente caldo ed è davvero una piccola coccola quando ci si sveglia.

Tuttavia ne esiste anche una versione estiva: si chiama overnight oats ed è un’altra ricetta perfetta da preparare la sera prima per una colazione sana e veloce.

Il principio è lo stesso del porridge, ma in questo caso si lasciano macerare in frigo, per una notte, i fiocchi di avena in un mix di yogurt e latte.

La mattina successiva ci si aggiunge un po’ di frutta fresca, o altri ingredienti a piacere.

CHIA PUDDING

Questo budino è una variante degli overnight oats, con i semi di Chia al posto dei fiocchi di avena. La particolarità è che questi semi, lasciati tutta la notte in frigo a macerare nel latte (con quello di cocco sono deliziosi), si gonfiano e restituiscono una consistenza gelatinosa, molto simile a quella di un budino.

Anche a questo pudding, si può aggiungere al mattino qualsiasi cosa si desidera, prima di gustarselo e procedere verso i propri impegni. Senza stress e senza ritardi.

Stefania Di Mascolo, professional organizer - Organizzatamente

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli