Come posso capire se mio figlio ha un problema di balbuzie?

·3 minuto per la lettura
balbuzie
balbuzie

Capire se il bambino ha un problema di balbuzie non è estremamente semplice, soprattutto all’inizio. Quando il vostro bambino è nel mezzo di un grande salto nelle sue abilità linguistiche (tra i 30 mesi e i 5 anni) è naturale che abbia difficoltà a mettere insieme le frasi in modo fluente. Il suo cervello è come un computer che cerca disperatamente di trovare le parole giuste nel giusto ordine. Mentre il computer sta “cercando”, la sua bocca può andare in modalità “pausa”.

Potrebbe quindi suonare così: “Mamma… I-Mamma… I-Io-voglio-uh… Io voglio che tu mi dia quell’orsacchiotto!”. Viene ripetuta l’intera parola o la prima sillaba, non il primo suono. Questa è una normale fase di sviluppo che la maggior parte dei bambini attraversa. Si può notare di più quando il bambino è stanco, eccitato o turbato.

Questo inciampare sulle parole è diverso da un vero problema di balbuzie (chiamato anche disfluenza), che colpisce solo il 5% dei bambini ed è molto insolito nei bambini piccoli. Se vostro figlio è veramente balbuziente, può tenere fuori il primo suono in una parola, dicendo “s-s-s-soda”, o ripetere il suono. Può anche aprire la bocca per dire qualcosa, ma bloccarsi prima che esca qualsiasi suono. Insieme a questo “blocco”, si può vedere tensione nella sua mascella o nelle guance, e può guardare altrove o stringere il pugno per la tensione.

Come capire se il bambino ha un problema di balbuzie?

I bambini (e anche gli adulti) tendono a balbettare quando sono turbati, a disagio, arrabbiati o anche solo eccitati. Se vostro figlio balbetta solo in questi momenti, e la balbuzie è lieve, non abbiate fretta di farlo valutare. Se però sta davvero lottando con i blocchi, o non è migliorato nel giro di tre o sei mesi, parlatene con il suo pediatra o con la sua insegnante. La sua scuola può essere in grado di indirizzarvi a un programma di intervento precoce che fornirà uno screening gratuito. Inoltre, il suo medico può indirizzarvi a un patologo del linguaggio per una valutazione.

balbuzie bambino
balbuzie bambino

Per anni, si è pensato che i bambini in età prescolare fossero troppo giovani per iniziare una terapia formale per la balbuzie. La maggior parte dei professionisti ora ritiene, però, che un bambino con una balbuzie grave può beneficiare di un intervento precoce. Se gli esercizi sono presentati come giochi divertenti, anche un bambino di 3 anni può imparare strategie per ridurre la frequenza e la gravità degli episodi di balbuzie.

Si possono anche prendere provvedimenti a casa. Sia che il vostro bambino stia semplicemente attraversando una normale fase disfluente o esibendo una vera balbuzie, il modo in cui rispondete è importante. Mantenete la vostra voce lenta, morbida e rilassata. Non ditegli di rallentare, però – basta parlare lentamente e lui seguirà il vostro esempio. Mantenete il contatto visivo e siate pazienti. Mettetevi a terra e mettetevi comodi. Sorridete. Se vi girate dall’altra parte e vi comportate in modo frettoloso, vostro figlio sentirà la pressione di “tirarlo fuori” e questo non farà che peggiorare le cose.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli