Come proteggere i capelli dallo smog: tutti i consigli

come proteggere i capelli dallo smog

Lo smog è una delle forme di inquinamento più comuni, presenti sul pianeta Terra. Esso si sviluppa negli strati più bassi dell’atmosfera terrestre ed è provocato dalla combustione dei carburanti di veicoli di vario genere, nonché dalle emissioni dei fumi di scarico industriali. Tuttavia, esistono due tipologie di smog, ovvero, quello di cui si è appena parlato, denominato smog tradizionale e lo smog fotochimico. Quest’ultimo coinvolge l’ozono, l’azoto presente nell’attomosfera ed un insieme di sostanze organiche presenti nell’aria. Esso è provocato dalle forti radiazioni solari, non a caso si produce nelle giornate con cielo limpido ed eccessivo calore del sole (maggiormente nella stagione estiva). Entrambe le tipologie di smog sono nocive per la salute dell’uomo, della maggior parte delle specie animali, delle piante e degli ecosistemi acquatici. Nella fattispecie, per quanto riguarda gli esseri umani, lo smog è principalmente cancerogeno ed in secondo luogo può provocare irritazioni agli occhi, alle vie respiratorie, problemi alla pelle ed anche ai capelli.

Come proteggere i capelli dallo smog

Come già introdotto precedentemente, lo smog è altamente dannoso per la maggior parte delle forme di vita terrestri e per quanto riguarda gli esseri umani, esso può provocare patologie più o meno gravi, nonché danneggiare i capelli. Quando si vive in luoghi ad alta concentrazione di smog, come le grandi città, è opportuno proteggere sempre i capelli, ma ancor di più nei giorni piovosi ed in presenza di nebbia. Lo smog in concomitanza con questi due agenti atmosferici provoca la secchezza dei capelli, che spesso porta all’opacità, ma anche la fragilità, la formazione delle doppie punte ed in casi ben più gravi la calvizia precoce, che si manifesta non solo negli uomini ma anche nelle donne. Ogni singolo capello della chioma, ha la capacità di intridersi delle sostanze e degli organismi presenti nell’aria, compresi gli agenti inquinanti. Proprio come accade con una spugna immersa nell’acqua, tutte le sostanze componenti lo smog penetrano nel capello, danneggiandone le fibre.

Alcuni consigli

Da quanto detto si è potuto capire che lo smog cittadino è profondamente dannoso per i capelli ed a tal proposito esistono alcuni, semplici, metodi per preservarli quotidianamente da esso. In realtà, più che di metodi, si tratta di attenzioni, nonché abitudini da seguire per proteggere la propria chioma dall’aggressione della cosiddetta nebbia nera. Seguendo questi pratici consigli, non sarà più necessario temere l’azione aggressiva dello smog, su qualunque tipo di capigliatura. Il consiglio più semplice da seguire, nonché molto efficace, è quello di coprire i capelli quando si è immersi nel traffico cittadino ed ancor più, se si pensa di circolare in moto (un classico casco omologato può benissimo fungere da protezione), in bici o addirittura a piedi. Dunque, coprire la testa con un cappello, una bandana o un semplice foulard può preservare i capelli dal diventare molto fragili. Un altro prezioso consiglio atto a proteggere i capelli dallo smog è il lavaggio frequente. Contrariamente a quanto si è sempre sentito dire, questo consiglio può sembrare tutt’altro che favorevole ai capelli ed al cuoio capelluto, ma in realtà, lavarli frequentemente evita l’accumulo e l’assorbimento di agenti inquinanti, nonché di polveri sottili presenti nello smog urbano. Ovviamente, se il lavaggio dei capelli viene fatto giornalmente, allora sarà opportuno utilizzare uno shampoo delicato. Tuttavia è sufficiente lavare i capelli una volta ogni tre giorni. Un’ulteriore protezione dagli agenti inquinanti, può essere data all’utilizzo del balsamo, in quanto essendo un prodotto atto a nutrire il capello in profondità, allo stesso tempo funge da barriera contro lo smog.
Infine, anche le applicazioni di maschere ristrutturanti per capelli, possono fornire una valida protezione, in quanto sono in grado di riparare sia i capelli, che la cute, rendendo entrambi meno attaccabili dagli organismi e dalle polveri presenti nello smog.