Come raggiungere la meraviglia nascosta della costa di Piombino

trekking populonia buca delle fate

Per raggiungere la meravigliosa Buca delle Fate di Populonia è necessario seguire un percorso trekking. Il sentiero è facile e adatto a tutti, ma vediamo da dove partire e tutti i consigli per raggiungere la destinazione.

Buca delle Fate, Populonia: trekking

La Buca delle Fate è una baia sulla Costa degli Etruschi tanto affascinante quanto suggestiva. Una meta che vale la pena visitare durante un weekend romantico al mare in Toscana. Tuttavia, a differenza delle altre cale toscane, La Buca delle Fate è sicuramente una caletta per persone avventurose e per gli amanti del trekking. Ma non solo. Il percorso regala emozioni uniche per tutti gli amanti dei paesaggi aspri e selvaggi.

La baia, inoltre, non è caratterizzata dalla classica spiaggia di sabbia, ma presenta una spiaggia di ciottoli ubicata alle pendici di un tratto di scogliera.

Si narra che questi luoghi fossero abitati da creature magiche e sirene, che con il loro fascino e canto melodioso ammaliavano i pescatori che solcavano le acque della baia, per catturarli e non fargli fare più ritorno sulla terraferma. Queste leggende fantastiche hanno dato origine, appunto, al nome suggestivo di Buca delle Fate.

Per accedere alla Buca delle Fate, infatti, bisogna percorrere un sentiero adatto a tutti ma da non prendere alla leggera. Vediamo, quindi, come raggiungere la splendida baia da Populonia.

Buca delle Fate e

Il sentiero

Prima di tutto, bisogna prendere la strada che dal Golfo di Baratti conduce a Populonia. Una volta arrivati al Piazzale del Reciso è necessario fermare l’auto, prendere il sentiero Buche delle Fate, e attraversare un tratto in discesa di macchia mediterranea. Il percorso è lungo circa 14 chilometri e presenta un dislivello di 700 metri in salita, da non prendere sotto gamba. Tuttavia, il sentiero è facile e adatto a tutti, anche ai principianti. Inoltre, è sconsigliato per i bambini al di sotto dei 12 anni. In media il percorso ha una durata di 20 minuti.

All’inizio della strada sterrata accanto all’area di sosta c’è la cartellonistica che segnala i vari sentieri, fra cui quello di Buca delle Fate. Costeggiando il parcheggio, si piega a destra al primo bivio e a quello successivo. Il sentiero da seguire è il numero 301 CAI e porta alla bellissima baia, magica soprattutto al tramonto. Prima, però, si incrociano tombe a camera sotterranea di una necropoli costruita a cavallo tra il III e il II secolo a.C.. Proseguendo, il bosco lascia spazio alla vegetazione arbustiva e subito a panorami mozzafiato sul mare e sulla costa. Lo spettacolo di Buca delle Fate arriva inaspettato, con relax e paesaggi sublimi, accompagnato dal sussurrare delle onde del mare. Spettacolare ad ogni ora del giorno.

Buca delle Fate