Come scoraggiare il materialismo nei bambini (da 6 a 8 anni)

·3 minuto per la lettura
Materialismo
Materialismo

Durante i primi anni di scuola elementare, i bambini crescono più interessati al materialismo di quanto non fossero all’asilo o alla scuola materna. Naturalmente, a qualsiasi età, i bambini variano ampiamente nella loro acquisitività a seconda di quanto fortemente il materialismo è enfatizzato a casa, sia attraverso l’esposizione alla TV o dai fratelli maggiori o dai genitori stessi. Tuttavia, in generale, molti bambini sono motivati da una combinazione di avidità per i giocattoli divertenti, una crescente consapevolezza di ciò che gli altri bambini hanno, e il desiderio di inserirsi avendo le stesse cose.

Dopo i compleanni e le vacanze, la domanda si sposta da “Cosa hai fatto?” a “Cosa hai ricevuto?”. E un bambino più sensibile può iniziare a lottare con sentimenti di vergogna se i suoi amici lo prendono in giro perché è l’unico in classe che indossa scarpe da ginnastica anonime da discount.

Materialismo: cosa fare

Dare il buon esempio. A questa età, i bambini guardano i loro genitori più che i loro coetanei, quindi voi siete il miglior modello per aiutare vostro figlio ad affrontare il nostro complicato mondo materiale. Se volete dissuaderlo dallo sviluppare un appetito insaziabile per i beni materiali, fategli vedere che vi comportate con moderazione e saggezza. Portatelo con voi in un negozio di riparazione di scarpe e spiegategli perché vale la pena rifare la suola delle vostre scarpe preferite invece di comprarne di nuove. Divertitevi a guardare le vetrine insieme senza comprare nulla per dimostrare che, mentre è divertente guardare le vetrine dei negozi e raccogliere idee per regali e altri acquisti, non è necessario comprare qualcosa ogni volta che si va in un negozio.

Spegnete la TV. Dalle scatole di cereali ai cartoni animati del sabato mattina ai vestiti con nomi di negozi e personaggi Disney, la pubblicità è ovunque nella nostra cultura. Ma la televisione esercita probabilmente la più grande influenza sui bambini, che guardano le pubblicità con la stessa avidità con cui guardano i programmi. I bambini costituiscono anche un’enorme porzione della spesa di consumo, come acquirenti stessi e come forze che influenzano le decisioni di acquisto dei loro genitori. Limitate l’esposizione di vostro figlio agli spot televisivi e sarà meno probabile che sviluppi una lunga lista di desideri.

Materialismo bambino
Materialismo bambino

Non esaudite ogni richiesta. I bambini che ottengono tutto quello che chiedono non imparano a gestire la delusione e non imparano a lavorare – o anche solo ad aspettare – per le cose che desiderano. Fate un favore a voi stessi e a vostro figlio dicendo di no a richieste incessanti, anche se questo all’inizio provoca capricci nel negozio di giocattoli.

Capire le spese

Insegnate a vostro figlio il denaro. I bambini delle elementari possono imparare il valore dei beni materiali pagando loro stessi. Le grida di vostro figlio “Oh, voglio quello!” al negozio possono essere soddisfatte con “Quello costa cinque euro. Hai abbastanza soldi per pagarlo?”. Se volete istituire delle regole di spesa, impostatele subito in modo che sappia fin dall’inizio che, per esempio, metà dei suoi soldi deve andare nei risparmi e l’altra metà è sua da spendere come vuole.

A questa età, i bambini dovrebbero anche capire che alcune spese – come la spesa e le rate dell’affitto o del mutuo – sono necessarie. Altre, come l’ennesimo CD per PlayStation, sono facoltative. Quando si lamenta: “Ma io voglio un nuovo monopattino!” si può rispondere con: “Capisco che tu lo voglia”, ma poi spiegare perché non ne ha veramente bisogno: “Hai già un buono scooter, e sono troppo costosi da ritirare”.

Oppure fate notare con calma: “Tutti devono fare delle scelte con i loro soldi. Se spendiamo i nostri per questo, non li avremo per altre cose di cui abbiamo bisogno o che vogliamo”. Questo gli insegna che ci sono ragioni logiche dietro le decisioni di acquisto. È saggio evitare di portare nella conversazione sentimenti adulti di fallimento o risentimento.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli