Come scrollarsi di dosso una notte insonne

Dopo una brutta notte di sonno può essere molto allettante ritardare la sveglia.

Ma sappi che ci sono alcune tecniche che potrebbero rinvigorirti meglio del caffè.

Il suggerimento arriva dall'insegnante di triyoga ed esperta di yoga e terapia del sonno Lisa Sanfilippo, che per un risveglio energizzante di tutto il corpo consiglia di fare una serie di movimenti ad-hoc.

«Uno dei metodi migliori per affrontare la stanchezza mattutina è fare dei semplici movimenti del corpo per migliorare la concentrazione e attivare i segnali di risveglio corpo-cervello - osserva l'esperta -. Queste tre semplici pose e allungamenti fatte per soli 10 minuti come prima cosa al mattino, ti aiuteranno a ripulirti dopo una brutta notte di sonno».

1. Fai un allungamento della schiena

Inizia posizionando il sedere contro un muro e cadi in avanti mantenendo una leggera piega delle gambe.

«Questo sempre tenendo tra le mani il gomito opposto. Dovrebbe permettere ai muscoli della schiena di allungarsi», consiglia Lisa Sanfilippo. «Quindi, solleva il busto e inizia a piegare e raddrizzare lentamente le ginocchia per alzare leggermente il battito cardiaco».

2. Fai scorrere il sangue

Mettiti di fronte al muro e appoggia le mani contro di esso con una leggera piega delle ginocchia.

«Spostati leggermente da un lato all'altro muovendo i fianchi e i gomiti, quindi allungati lateralmente e fai salire la circolazione al petto», spiega Lisa.

3. Fai degli esercizi di respirazione

Con la schiena al muro, piega le ginocchia, tieni il sedere contro la parete e scivola verso il basso con un leggero rimbalzo lento.

«Estendi i palmi delle mani direttamente davanti a te, all'altezza delle spalle, rivolti verso il basso. Trattieni dai due ai cinque respiri - spiega Lisa -. Questo movimento rafforzerà le gambe e ti farà sentire sveglio e stabile».