Come Shein sta rivoluzionando la moda per le nuove generazioni tra app, TikTok e e-commerce

·3 minuto per la lettura
Photo credit: courtesy photo
Photo credit: courtesy photo

Iniziamo dalle basi: si pronuncia “She In”, ma si scrive Shein. Esatto, è di Shein - il marchio moda low cost nonché gigante del fast fashion concepito in Cina – che stiamo parlando. Non di certo per tessere le lodi di una produzione non sostenibile (umanamente in primis, quindi – Shein – se ci sei batti un colpo). Il punto attorno a cui ruota però la disquisizione della newsletter notboring.co è un altro: l’approccio al digitale, l’uso delle app, la continua interazione di Shein con la generazione millennial e Gen Z è esemplare. Trattasi d’altronde di un business che, pur non avendo punti fisici di retail, è riuscito a totalizzare solo nel 2020 un incasso pari a 10 miliardi di dollari. E in otto anni, l’azienda è crescita del 100%.

Come riporta la fonte, chi appartiene al popolo (social) di Instagram e Tik Tok non può scappare dalla presenza costante di Shein: influencer e rappresentanti della generazione millennial e della Gen Z hanno i guardaroba pieni di capi, scarpe e accessori firmati Shein. “C’è un motivo per cui la Gen Z è così tanto infatuata di Shein - scrive notboring.co. – Con quei prezzi (top per $7, vestiti a $12, jeans a $17 e cappotti a $28), Shein fa sembrare costoso persino Amazon”. Ora, per quanto ci prema comunque portare l’attenzione sul fatto che acquistare fast fashion non è una scelta responsabile (dal punto di vista ambientale, date le tonnellate di vestiti low cost acquistati e poi buttati ogni anno in tutto il mondo; e anche dal punto di vista umano, dato che a produrre capi alla velocità della luce non sono robot bensì esseri umani), resta il fatto che il posizionamento di Shein nel mondo digitale ha dell’incredibile.

Photo credit: Tim Robberts - Getty Images
Photo credit: Tim Robberts - Getty Images

Come sottolinea la fonte, Shein è al posto numero #1 nelle categorie shopping dell’Apple Store di 56 paesi. Ancora, da metà febbraio, negli USA è la shopping app seconda solo ad Amazon (sempre perché lo fa apparire più costoso, ndr) e – stando a un sondaggio della banca Piper Sandler, sembra che sia anche il secondo e-commerce più popolare al mondo, superando così Amazon, ma anche Zara e gli altri marchi low cost. Dulcis in fundo, Shein è stato il marchio più chiacchierato su TikTok nel 2020.

Photo credit: Stephen Zeigler - Getty Images
Photo credit: Stephen Zeigler - Getty Images

Instagram, TikTok, millennial e Gen Z. Ultima ma non per importanza nella conversazione con le nuove generazioni è anche il recente programma Shein X 100K Challenge. Come annunciato dal marchio, “la società ha recentemente annunciato la sua espansione attraverso il programma di incubazione SHEIN X, che offre ai designer emergenti la possibilità di progettare le loro collezioni sotto l'ombrello di Shein, assistendoli a 360 gradi in tutto il processo di realizzazione, dalla campionatura fino alla comunicazione”. In questa occasione, il marchio della moda low cost ha lanciato anche la SHEIN X 100K CHALLENGE, “un’iniziativa che vedrà i designer sfidarsi tra di loro per vincere 100 mila dollari ed essere presenti nell’home page del sito, nella sezione in primo piano dedicata alla moda Autunno Inverno 2021 2021 di Shein”. Okay, di certo non saranno i leader della sostenibilità. Ma in fatto di comunicazione (digitale) con le nuove generazioni, loro sì che ci sanno fare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli