Come spiegare ai ragazzi la Festa della Liberazione?

·2 minuto per la lettura
festa liberazione spiegata adolescenti
festa liberazione spiegata adolescenti

La Festa della Liberazione in Italia si festeggia ogni anno il 25 aprile. In questa giornata si ricorda uno degli eventi più importanti della storia del nostro Paese. La storia è complessa e per tramandarla alle giovani generazioni è necessario far comprendere di cosa si tratta. Il 25 aprile spiegato ai ragazzi: significato e storia della Festa della Liberazione.

Il 25 aprile spiegato ai ragazzi

La Festa della Liberazione si celebra il 25 aprile, ma come spiegare ai ragazzi perché l’importanza di questo giorno? Per farlo, è opportuno tornare indietro di decenni e parlare dell’occupazione fascista e nazista in Italia e della Resistenza.

La Festa del 25 aprile è conosciuta anche come anniversario della Resistenza, una festività dedicata al valore dei partigiani di ogni fronte che, a partire dal 1943, contribuirono alla liberazione del nostro Paese.

Si tratta di un giorno fondamentale per la storia d’Italia e assume un particolare significato politico e militare, in quanto simbolo della vittoriosa lotta di resistenza militare e politica attuata dalle forze alleate, dall’esercito italiano e dalle forze partigiane durante la seconda guerra mondiale, a partire dall’8 settembre1943.

Il 25 aprile 1945 i tedeschi e i fascisti furono sconfitti. Mentre gli americani e gli inglesi avanzavano verso Nord, in tutte le città occupate i partigiani si ribellarono per cacciare gli stranieri e abbattere la dittatura. Fu un momento di grande gioia, perché finì la guerra, che era costata tanti morti a tutte le famiglie, e l’Italia tornò libera. Perciò ogni anno il 25 aprile è importante: per ricordare da dove viene la libertà del popolo italiano.

Spiegare ai bambini la Festa della Liberazione

Se spiegare agli adolescenti perché il 25 aprile è un giorno così importante è relativamente semplice, spiegarlo ai più piccoli, invece, è un discorso diverso. I motivi possono essere diversi: non solo non si hanno le conoscenze storiche apprese in classe, ma di fronte a bambini molto piccoli, diviene difficile perché probabilmente non conoscono il significato della parola libertà.

Innanzitutto, si potrebbe iniziare chiedendo ai bimbi che cosa vuol dire essere liberi o perché il 25 aprile non si va a scuola o ancora perché gli autobus hanno le bandiere dell’Italia sul muso. In seguito, si può proseguire col spiegare loro che l’Italia è una Repubblica, cioè una forma di governo che si basa sulla democrazia.

A questo punto, quindi, dopo aver spiegato cosa sia la democrazia, si può terminare spiegando che in Italia la democrazia è nata proprio il 25 aprile del lontano 1945.

Il 25 aprile è la Festa della Liberazione perché questa data ricorda chi ha sacrificato la propria vita per la libertà di oggi. Gli italiani che lottarono in nome di questi principi sono i partigiani che si scontrarono con i fascisti e in particolare con il dittatore Mussolini.