Come spiegare il fumo ai bambini

·3 minuto per la lettura
fumo
fumo

Molto presto i bambini capiscono che il fumo è pericoloso. Il fumo è vietato nella maggior parte dei luoghi pubblici; molte persone, inoltre, non permettono di fumare nelle loro case. I bambini piccoli che non hanno a che fare con il fumo di sigaretta regolarmente tendono anche a pensare che abbia un odore “schifoso”. I bambini in età prescolare, tuttavia, notano quando le persone fumano – anche gli estranei per strada. E se il fumatore è un membro della famiglia, il bambino può essere perplesso sul perché questa persona stia facendo qualcosa di “cattivo”.

È anche probabile che i bambini in età prescolare commentino – ad alta voce e con la loro migliore voce da spione – “Guarda, quella persona sta fumando!”. Spiegare i rischi del fumo può essere particolarmente importante; lo stesso discorso vale per introdurre una conversazione sulle droghe.

Come parlare del fumo

Concentrarsi sulla salute. A questa età, è importante lodare il vostro bambino perché si prende cura del suo corpo e della sua salute generale. Assicuratevi che sappia che tutto ciò che non è cibo – che sia un fiore del giardino, una sostanza di pulizia o il fumo di sigaretta – può essere pericoloso da mangiare, bere o giocare. Spiegate che il fumo è particolarmente pericoloso per i bambini perché il loro corpo e il loro cervello stanno ancora crescendo e sviluppandosi.

Mettete in chiaro i vostri valori. Se nessuno nella vostra famiglia fuma, sarà relativamente facile far sapere a vostro figlio che disapprovate il tabacco. “Accidenti, non ha un cattivo odore?” si può dire quando si sente una zaffata di fumo. Si può far notare che non è permesso fumare nei ristoranti o nei negozi attirando l’attenzione sui cartelli che mostrano una sigaretta con una linea rossa disegnata attraverso di essa (i bambini in età prescolare amano mostrare la loro comprensione di tali cartelli).

spiegare fumo bambini
spiegare fumo bambini

Se qualcuno di voi fuma, sarà più difficile aiutare vostro figlio a capire che non volete che fumi. Mantenete i vostri commenti semplici e diretti al punto. “Sì, a volte fumo una sigaretta”, potete dire. “Vorrei non aver mai iniziato a fumare, perché è molto difficile smettere. Ma fumo solo fuori, quando non sei con me. Non voglio che tu respiri il fumo di sigaretta, perché fa molto male ai bambini piccoli”.

Insegnate a vostro figlio a fare buone scelte. Aiutate vostro figlio a imparare a prendere buone decisioni ora, mentre è ancora giovane. Non è ancora pronto per pensare se deve fumare o meno, ma può imparare a fare scelte pratiche nella sua vita quotidiana: quali vestiti indossare al mattino (da una selezione di abiti adatti al tempo), quali scarpe mettere quando piove, quale cibo sarebbe una merenda sana nel pomeriggio. Si tratta di uno splendido modo per aiutare il bambino a essere indipendente e sicuro di sé. Non rimproveratelo per aver fatto una scelta che non è la vostra – ditegli con calma perché ne fareste una diversa, e cedete alle sue preferenze quando possibile. Lodatelo per aver preso buone decisioni quando è appropriato.

Insegnate a vostro figlio a dire di no. Se vostro figlio impara fin da piccolo a far valere le sue opinioni con sicurezza, sarà in grado di resistere meglio alla pressione dei coetanei negli anni della preadolescenza e dell’adolescenza, quando il fumo diventa più comune.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli