Come sta Alex Zanardi? Lo racconta la moglie

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Alex Caparros - Getty Images
Photo credit: Alex Caparros - Getty Images

A più di un anno dal terribile incidente in handbike in cui è rimasto coinvolto Alex Zanardi, che dal 19 giugno 2020 tiene con il fiato sospeso l'Italia per le sue precarie condizioni di salute, Daniela Manni torna a parlare del marito e lo fa dando notizie incoraggianti. Dopo lo schianto con un camion che viaggiava nella carreggiata opposta sulla Statale 146 a Pienza, in Toscana, il campione è stato sottoposto a diversi interventi neurochirurgici e maxillo-facciali al Policlinico le Scotte di Siena e all'Ospedale San Raffaele di Milano prima di essere trasferito lo scorso novembre all'Azienda ospedaliera di Padova, dove da gennaio ha ripreso conoscenza. "È stato un processo molto complesso, che ha richiesto molti interventi di neurochirurgia e che è stato caratterizzato da una serie di battute d'arresto — spiega in un'intervista a Bmw la moglie, che non lo molla per un attimo —, Alex è in condizioni stabili, al momento si trova in una clinica per seguire un programma di riabilitazione guidato da medici, fisioterapisti, neurologi e logopedisti. Tutto questo per facilitare il suo recupero".

Photo credit: Bryn Lennon - Getty Images
Photo credit: Bryn Lennon - Getty Images

"Può comunicare con noi, ma non è ancora in grado di parlare — prosegue Daniela, che gli fa ascoltare sempre le canzoni di Antonello Venditti e non smette di incoraggiarlo insieme al figlio Niccolò — . Dopo un lungo periodo di coma, le corde vocali devono ritrovare la loro elasticità. Questo è possibile solo attraverso la pratica e la terapia. Ha ancora molta forza nelle braccia e nelle mani e si sta allenando intensamente con l'attrezzatura". Daniela, compagna di vita di Alex dal 1996, quando si conobbero ai box della Formula 3 dove lei era manager di un team e lui già un pilota della Cart, ci tiene a ringraziare quanti le sono stati accanto in questi mesi, non si sbilancia sul futuro sportivo del marito. "Sicuramente è un'altra grande sfida. È un viaggio molto lungo e al momento non si fanno previsioni su quando potrà tornare a casa. Abbiamo messo tutte le nostre energie nel recupero di Alex. Pertanto abbiamo deciso di utilizzare questa intervista come un'occasione unica per informare il pubblico sul suo stato di guarigione e rispondere ad alcune domande frequenti".

Photo credit: David Taylor - Getty Images
Photo credit: David Taylor - Getty Images

E conclude: "Vorrei dire a tutte quelle persone che stanno pensando e pregando per Alex che sta combattendo, come ha sempre fatto. L'affetto che abbiamo ricevuto da amici, tifosi, conoscenti, atleti e coloro che sono coinvolti nel motorsport nell'ultimo anno è stato a dir poco commovente e travolgente ed è stato di enorme supporto per noi nell'affrontare tutto questo. Tuttavia, un ringraziamento molto speciale va al personale medico”. Da parte nostra non possiamo che augurare al campione di tornare in pista quanto prima. Forza Alex, non mollare proprio all'ultimo miglio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli