Come vedere l'irripetibile "stella di Natale" di stanotte, che era attesa da 800 anni

Di Stefano Piri
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Richard Heathcote - Getty Images
Photo credit: Richard Heathcote - Getty Images

From Esquire

La chiamano "stella di Natale" o "stella di Betlemme" come se fosse quella del presepe, ma quest'anno sarà possibile osservarla nella realtà proprio a pochi giorni da Natale, precisamente la sera del 21 dicembre. In realtà l'evento, che riscalderà i cuori di molti in questo natale non proprio semplice, non sarà causato da una stella ma da un fenomeno molto più insolito: la congiunzione tra Giove e Saturno, i due giganti del nostro Sistema Solare.

Vi state chiedendo che cos'è una congiunzione? Si tratta semplicemente del fenomeno che si verifica quando due corpi astrali si trovano allineati rispetto a chi li osserva dalla Terra, sovrapponendosi quindi l'uno all'altro. Circa ogni vent'anni questo succede tra Giove e Saturno e prende il nome di "grande Congiunzione", vista la taglia dei due protagonisti.

Photo credit: mscornelius - Getty Images
Photo credit: mscornelius - Getty Images

L'evento di quest'anno però è davvero irripetibile perché si tratta della congiunzione più stretta dal 1623, talmente stretta che i due pianeti sembreranno un unico enorme corpo astrale. Nel 1623 però l'osservazione del fenomeno fu rovinata dall'interferenza del Sole, per cui l'ultima volta che il fenomeno fu visibile a occhio nudo risale addirittura al 1226, poco meno di 800 anni fa.

Come godersi lo spettacolo? Prima di tutto sappiate che il fenomeno è già in atto ed è visibile per tutto il mese di dicembre 2020. Il culmine dello spettacolo però sarà la sera del 21 dicembre 2020 tra le 17 e le 19. Basterà guardare verso Ovest mentre il sole tramonta, per la precisione nella costellazione del Capricorno. Se quello che volete è un'emozione natalizia e l'illusione di un unica grande stella, guardate ad occhio nudo. Con i binocoli o con un cannocchiale potreste invece distinguere i due pianeti o addirittura le loro lune.