Come venire bene in videocall ce lo spiega madame Carla Bruni (merci beaucoup)

Di Carlotta Gaia Tosoni
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Emma McIntyre - Getty Images
Photo credit: Emma McIntyre - Getty Images

From ELLE

Ormai le videocall sono diventate la routine: la lontananza fisica dovuta al Covid è stata accorciata grazie alla tecnologia. E abbiamo imparato l’importanza dell'inquadratura giusta per apparire al meglio durante le videochiamate. Infatti, è fondamentale posizionarsi nell’angolo migliore per risultare più professionali senza dimenticare l’aspetto estetico, come ci hanno mostrato i tanti giornalisti e professionisti collegati nella varie trasmissioni televisive da un anno a questa parte. Anche noi, nel nostro piccolo, da oggi possiamo mostrarci al top in webcam grazie ai preziosi consigli di madame Carla Bruni, una che di bellezza e fascino se ne intende.

L’ex modella oggi cantante, infatti, ha raccontato al New York Times di aver scoperto anche lei durante la quarantena un nuovo modo di relazionarsi e di lavorare, fatto di Zoom, Meet e Skype. Osservando se stessa e i suoi interlocutori, ha elencato i tre segreti per risultare bellissime in videocall:

  • Il trucco serve poco, meglio una bella pelle

Le camere dei pc non restituiscono la totalità di dettagli del viso, quindi nonostante la particolarità del makeup, questo potrebbe non essere evidenziato. Meglio puntare su una buona skincare: lei, per esempio, per la sua pelle secca usa la linea Lipikar de La Roche-Posay. Per uniformare il colorito senza coprire eccessivamente la pelle, Carla consiglia una CC cream, capace di dare subito più luminosità all’incarnato. Lei sceglie quella del marchio coreano Erborian.

  • La luce è tutto

Come ci insegna la televisione, la fotografia e il cinema, la luce è la vera protagonista, capace di cambiarci i connotati e l’aspetto, di migliorarci ma anche di peggiorarci. Troppa e posizionata frontalmente cancella il volto e la sua tridimensionalità: meglio illuminare i capelli con un po’ di backlighting, tecnica molto amata dai content creator, e posizionare davanti a sé una candela per riequilibrare.

  • Attenzione alla fotocamera

Riprendersi dal basso non è mai una buona idea: è un’inquadratura che non ci fa apparire al meglio. L’ideale è posizionare la fotocamera leggermente più in alto, quindi magari mettere il portatile su un supporto che lo solleva leggermente. In questo modo il viso viene esaltato, risultando anche più scolpito. Un altro consiglio che ci dà l’ex premier dame è quello di non metterci troppo vicini alla webcam, ma tenere una distanza adeguata di modo che ci si veda almeno fino alle spalle. Questa quarantena ci ha costretto anche a improvvisarci registe ed esperte di fotografia, creando un veri e propri set, ma con pochi accorgimenti saremo meravigliose anche noi, proprio come la top model.