I consigli della circolare del Ministero della Salute

·1 minuto per la lettura
Quarantena
Quarantena

Mentre i contagi di Coronavirus continuano ad aumentare, ci sono tantissime persone, anche asintomatiche, che devono affrontare un periodo di isolamento domiciliare e di quarantena. Le informazioni che sono state date in questi mesi, per quanto chiare, spesso hanno confuso le persone. Quanto dura la quarantena di una persona positiva o di una persona che ha avuto un contatto con un positivo?

Quarantena
Quarantena

Durata e termine della quarantena

Nella circolare del Ministero della Salute, che risale al 12 Ottobre 2020, sono state date diverse indicazioni sulla durata e sul termine della quarantena nei diversi casi di contagio o di situazione a rischio. Se una persona effettua il tampone e risulta positiva, ma non ha alcun sintomo, deve stare in isolamento per dieci giorni. Al decimo giorno, per riprendere la vita normale, deve effettuare un tampone, che deve essere negativo, altrimenti l’isolamento continua. Se una persona è positiva e ha dei sintomi, deve stare in isolamento per dieci giorni, di cui almeno tre senza sintomi, e può tornare alla vita normale solo dopo un tampone negativo.

Se un soggetto è positivo a lungo termine, ovvero che continua ad avere un tampone positivo, deve stare in isolamento per 21 giorni, di cui almeno 7 senza sintomi. La fine dell’isolamento avviene solo dopo indicazione medica. Un soggetto che non ha sintomi, ma è stato a contatto diretto con una persona positiva, deve effettuare una quarantena di 14 giorni, oppure un isolamento di 10 giorni con tampone negativo. Se sceglie di stare a casa 14 giorni, può tornare alla vita normale senza effettuare un tampone di controllo.