I consigli per scrivere i buoni propositi per il 2021

Di Mrs. Glass
·1 minuto per la lettura
Photo credit: Designecologist on Unsplash
Photo credit: Designecologist on Unsplash

From Harper's BAZAAR

Cara Mrs. Glass,

ho aspettato la fine del 2020 con trepidazione, come se allo scoccare della mezzanotte potesse cambiare il mondo! Invece mi sembra che non sia cambiato niente. Forse l’unica cosa che può cambiare davvero è il mio spirito… Mi dai qualche consiglio su come entrare nel nuovo anno?

Cenerentola2021

Cara Cenerentola2021,

su questo Capodanno abbiamo inconsciamente proiettato speranze e aspettative illogiche: l’unica cosa che sarà davvero cambiata sarà la data di scadenza su multe e bollette, almeno per ora. Quindi, sì, siamo tutti un po’ Cenerentoli: allo scoccare della mezzanotte ci siamo ritrovati vestiti di stracci, ma considera che poi c’è il lieto fine: la fata turchina porterà il vaccino per tutto il Reame e pian piano ci metteremo alle spalle questa brutta fiaba.

Io ho varcato l’anno nuovo con una serie di accorgimenti: ho brindato con un analcolico per guardare con spietata lucidità il 2020 andarsene (volevo esserne proprio sicura); ho indossato le tradizionali mutande rosse, ma in versione FPP2 perché non si sa mai; ho fatto gli auguri su zoom ad amici che non ricordo più se sono alti o bassi, grassi o magri, perché da troppo tempo li vedo solo a mezzo busto; e poi mi sono vista per la cinquantesima volta Una poltrona per due, film cult con Eddy Murphy, accorgendomi che si tratta di un concentrato di pregiudizi razziali, sessisti e classisti. Oggi non produrrebbero mai un film del genere: così ho capito che il tempo passa, passa davvero, trasformando profondamente il nostro sguardo sul mondo. Starà a noi scrivere fiabe nuove! Buon anno.