Conto da 23mila euro al ristorante, via senza pagare: condannato al risarcimento

Bari, Italy - September 29, 2016: blue car of the national gendarmerie of Italy, carabinieri

Aveva organizzato un compleanno da sogno per il figlio, con oltre cento invitati, ma al momento di pagare il conto a cinque cifre è andato via senza saldare. Il fatto, denunciato dalla proprietaria del locale ed avvenuto nella primavera del 2016, è stato raccontato da Il Messaggero.

Secondo quanto riportato l’uomo, un 46enne di origine sinti, aveva prenotato un ristorante a Casarsa delle Delizie, in provincia di Pordenone, accordandosi con la proprietaria che per il giorno stabilito sarebbero arrivati cento commensali per festeggiare il sesto compleanno del figlio. Tra giro pizza, qualche bottiglia di alcol e la torta, la festa è poi degenerata andando ben oltre il prezzo pattuito.

Dalla sala, infatti, gli invitati hanno cominciato ad ordinare piatti fuori menu e bottiglie di champagne, facendo lievitare il conto fino a 23mila euro. Poco prima del taglio della torta, l’uomo aveva assicurato alla proprietaria del locale che avrebbe raccolto i soldi del conto con l’ausilio di un cestino che sarebbe stato fatto girare in sala, ma una volta richiesti è arrivata l’amara sorpresa. Il 46enne, svelando che il cestino gli era stato rubato, è andato via dal locale senza pagare, assicurando però che il giorno dopo sarebbe tornato per saldare il conto. Da quel momento è scomparso nel nulla.

La proprietaria del locale ha denunciato l’accaduto e, portando il 46enne fino ad procedimento penale per insolvenza fraudolenta aggravata, ha scoperto che l’uomo aveva prenotato la festa fornendo un nome di fantasia, Sandro Mazzola Diesel.

Il procedimento, conclusosi soltanto mercoledì scorso, ha decretato la condanna del 46enne sinti a risarcire il ristorante di 30mila euro.

GUARDA ANCHE - Anno nuovo, risparmio in 5 mosse