Coronavirus asintomatico: quante persone l’hanno già avuto

Coronavirus asintomatico: quanti ce l'hanno?

Si sente parlare molto spesso di persone che hanno fatto il Coronavirus in modo asintomatico, ma quante sono? Secondo l’Oms, un buon 80% dei contagi si svolge in forma lieve o asintomatica, il 15% con sintomi seri che richiedono somministrazione di ossigeno e il 5% invece finisce in terapia intensiva con ventilazione polmonare.

Il Coronavirus asintomatico

Il capo della delegazione Oms Bruce Aylward, ha spiegato che in Cina, nella provincia di Guangdong, sono stati esaminati 320mila campioni presi per sorvegliare sull’influenza generica: meno dello 0,5% di questi è risultato positivo al Coronavirus.

Bisogna tenere conto del fatto che molte persone sono asintomatiche perché stanno incubando il virus, una fase che dura circa 5 giorni, e non presentano sintomi in quel momento. Oppure, caso davvero frequente quello di chi si ammala e si sente come se avesse una leggera influenza, cosa che potrebbe benissimo essere ma di questi tempi sarebbe meglio approfondire.

“Quello che vediamo è una piramide: la maggior parte di essa è sulla superficie”, ha detto Aylward “Quando saremo in grado di testare gli anticorpi su numerose persone, magari dirò che questi dati non raccontavano la giusta storia”.

Pazienti asintomatici, sono contagiosi?

I dati diffusi non aiutano a stimare con precisione quanti siano i pazienti senza sintomi, ma sembra che il contagio da parte di questi sia un caso unico. L’affermazione è riportata sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità: “In base a quanto già noto sui Coronavirus (ad es. MERS-CoV), sappiamo che l’infezione asintomatica potrebbe essere rara e che la trasmissione del virus da casi asintomatici lo è molto. L’Oms conclude che la trasmissione da tali casi probabilmente non è uno dei motori principali del contagio del nuovo Coronavirus 2019-nCoV”.