Coronavirus, AstraZeneca: “Vaccino possibile già da settembre”

Getty

Il colosso farmaceutico britannico AstraZeneca ha dichiarato che il vaccino contro il nuovo coronavirus potrebbe “essere pronto già a settembre”. Lo ha detto Mene Pangalos, vicepresidente esecutivo per la ricerca e lo sviluppo biofarmaceutici di AstraZeneca, al Comitato per la sorveglianza e le indagini della Commissione per l'energia e il commercio della Camera del Congresso americano. 

LEGGI ANCHE: Perché il vaccino di Oxford può farci sperare

Pangalos ha spiegato che il vaccino sviluppato dall'Università di Oxford, in collaborazione con l'azienda italiana Irbm, potrebbe essere disponibile "in qualsiasi momento da settembre" se tutto andrà bene negli studi clinici.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, trovati super anticorpi: svolta nelle cure

La fase uno dei test è stata condotta su oltre mille partecipanti. Secondo i ricercatori il vaccino sperimentale ChAdOx1 nCoV-19, che combina materiale genetico del coronavirus con un adenovirus modificato, produce anticorpi e cellule immunitarie T per combattere l'infezione. Il vaccino sembrerebbe ben tollerato e non sembrerebbe avere significativi effetti collaterali, se non affaticamento, mal di testa, dolori muscolari e brividi.

VIDEO - Corsa al vaccino anti-COVID, Moderna inizia l’ultima fase di sperimentazione