Coronavirus, esperti Oms: “Nessun segnale che sparisca in estate”

Coronavirus estate

Il dottor Mike Ryan dell’Oms, intervenuto sull’argomento coronavirus, ha parlato della possibilità o meno che con l’arrivo dell’estate tale emergenza finisca come una normale influenza. Ecco quanto dichiarato in merito.

Oms sull’emergenza coronavirus

Nel corso del briefing quotidiano sull’epidemia, il dottor Mike Ryan dell’Oms ha dichiarato: “Non c’è al momento alcun segnale che ci dica che in estate il coronavirus sparirà come una normale influenza“. Inoltre l’Oms ha fatto sapere che vi sono al momento 40 nuovi test diagnostici per individuare il virus e 20 vaccini in fase di sviluppo.

Come ricordato dal direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, in occasione della conferenza stampa a Ginevra sul coronavirus infatti: “Finora l’Oms ha ricevuto richieste di revisione e approvazione per 40 test diagnostici, 20 vaccini sono in fase di sviluppo e sono in corso numerosi studi clinici sulle terapie”.

Per quanto riguarda il tasso di mortalità del Covid-19, inoltre, è intervenuta Maria Van Kerkhove, responsabile tecnico per il coronavirus dell’unità malattie emergenti dell’Organizzazione mondiale della sanità. Sempre nel corso della conferenza stampa da Ginevra ha dichiarato: “Stabilire il tasso di mortalità è molto importante per ogni malattia. Fin dall’inizio stiamo misurando la trasmissibilità e la severità di questo virus. Ma abbiamo spiegato che ci sono difficoltà nel capire quale sia il reale tasso di mortalità e molti studi dicono perché questo è difficile“. Per poi aggiungere che “potremo calcolare meglio questo valore grazie ai test sierologici che sono in corso. Intanto stiamo usando diversi modelli matematici, ma che non ci danno un valore preciso, ci vorrà del tempo per ottenerlo”.