Coronavirus, Fauci: “Potrebbe diventare un’influenza stagionale”

coronavirus Fauci influenza stagionale

Per l’immunologo americano Anthony Fauci, il coronavirus potrebbe diventare un’influenza stagionale. É questa il sunto delle ultime dichiarazioni del direttore dell’Istituto nazionale per le malattie infettive e allergiche degli Stati Uniti, l’uomo che ha fatto comprende a Donald Trump che sottovalutare l’emergenza Covid-19 sarebbe stato un errore imperdonabile.

“Il nuovo coronavirus potrebbe benissimo diventare un’influenza ciclica stagionale – ha detto Fauci – e la ragione per cui lo dico, è che quello che stiamo cominciando a vedere ora nell’emisfero australe e nell’Africa meridionale è che si stanno registrando casi mentre stanno entrando nella loro stagione invernale. E se avranno davvero un’epidemia importante, sarà inevitabile prepararci al ciclo successivo. É forte dunque la necessità di fare ciò che stiamo facendo per lo sviluppo di un vaccino, testandolo rapidamente e cercando di prepararlo in modo di averlo a disposizione per il ciclo successivo”.

Il coronavirus potrebbe diventare un’influenza stagionale

Antony Fauci è uno dei più importanti esperti in tema di malattie infettive al mondo ed è stato consulente scientifico di sei presidenti degli Stati Uniti, da Reagan a Trump (sottoposto al test per il coronavirus e risultato negativo), per cui ha gestito il contrasto a diverse malattie virali.

Ora fa parte della task force di Trump che sta gestendo l’emergenza sanitaria e quando il presidente minimizzata l’epidemia parlando ancora di una semplice influenza, Fauci faceva già sentire la sua voce dichiarando che sarebbe stato necessario introdurre delle rigide restrizioni per isolare gli infetti e salvaguardare la salute dei cittadini americani