2 / 20

Sepolture a Hart Island

Queste immagini mostrano quelle che sembrano fosse comuni scavate nel quartiere del Bronx di New York. L'amministrazione potrebbe seppellire temporaneamente qui le vittime del Coronavirus, anche se il sindaco De Blasio ha assicurato che i morti saranno sepolti individualmente, in modo da consentire alle famiglie di reclamare in seguito le loro spoglie. (AP Photo/John Minchillo)

Coronavirus, "l'isola dei morti" di New York

Lo Stato di New York è duramente colpito dal Coronavirus. Ieri il giorno più nero con 779 morti per un totale di 6.268 vittime. Per questo, l'amministrazione della città sta pensando a soluzioni straordinarie. Una di queste è seppellire temporaneamente i morti da COVID-19 ad "Hart Island", una striscia di terra al largo del quartiere Bronx.

In queste immagini, si vedono quelle che sembrano fosse comuni e un video girato da un drone mostrerebbe come le sepolture stiano già avvenendo. Il sindaco De Blasio ha assicurato che i morti saranno sepolti individualmente, in modo da consentire alle famiglie di reclamare in seguito le loro spoglie.

L'isola di Hart è il luogo della città storicamente deputato a seppellire in fosse comuni i "dimenticati", coloro che non hanno nome. Dal 1980, circa 70mila persone riposano qui.

LE ULTIME NOTIZIE IN TEMPO REALE SUL CORONAVIRUS

GUARDA ANCHE: Times Square non è mai stata così vuota