Coronavirus: mix tra indiana e inglese proveniente dal Vietnam

·2 minuto per la lettura
Nuova variante Covid
Nuova variante Covid

Una nuova variante Covid è stata scoperta in Vietnam. Essa è molto particolare in quanto si tratterebbe di un mix tra l’inglese e l’indiana. Tale variante, inoltre, si diffondrebbe più rapidamente in aria rispetto alle altre. Secondo quanto riportato dal Guardian, tali info sono state rese note dal ministro della Sanità Nguyen Thanh Long. Di recente lo stato asiatico è stato colpito da una moltitudine preoccupante di casi. Tutto è accaduto a fine aprile, quando 3.600 persone sono state contagiate in trentatré città e province diverse dal nuovo ibrido del Covid-19.

Nuova variante Covid: le dichiarazioni di Nguyen Thanh Long

Il ministro della Sanità vietnamita Nguyen Thanh Long ha dichiarato riguardo alla nuova variante Covid-19, tramite alcune affermazioni riportate dal Fatto Quotidiano: “In modo più specifico, si tratta della variante indiana con mutazioni che originariamente appartenevano alla variante del Regno Unito”. Al momento il paese ha rivelato sette varianti del Coronavirus, tra cui quella inglese, indiana e sudafricana. Secondo i dati da parte della Johns Hopkins University, da inizio pandemia il governo di Pham Minh Chình ha contato oltre 6.000 casi di contagio e quarantasette morti.

Nuova variante Covid: un’alta velocità di trasmissione

La nuova variante Covid scoperta in Vietnam è caratterizzata da una velocità di trasmissione molto elevata. È stato il ministro della Sanità Nguyen Thanh Long a ufficializzare l’esistenza di questo ceppo finora sconosciuto. La pandemia rimane una minaccia per la gran parte della popolazione mondiale. Se infatti in Europa la situazione sembra migliorare grazie alle vaccinazioni, in Asia l’allarme rimane alto.

Nuova variante Covid: la lista si allunga

Si allunga la lista delle varianti Covid-19. Dopo i ceppi mutati del Coronavirus provenienti da Regno Unito, India, Sud Africa e Brasile, ne è nato uno nuovo proveniente dall’estremo oriente, o meglio, dal Vietnam. I giornali locali hanno riportato le dichiarazioni del ministro della Salute Nguyen Thanh Long, il quale ha dichiarato che la velocità di propagazione per via aerea è maggiore rispetto alle altre varianti. Il ritmo di contagiosità è dunque molto elevato. Una caratteristica preoccupante Fino a ora il Vietnam è stato caratterizzato da una buona difesa contro l’epidemia. Lo scorso aprile si è tuttavia verificato un aumento dei contagi, che potrebbe essere stato causato proprio da tale variante.