Coronavirus, nel 6% dei bambini l’infezione è molto grave

coronavirus bambini

Sono sempre di più i bambini colpiti dalla malattia del coronavirus, anche se molti di loro sviluppano una un’infezione lieve rispetto agli adulti. I rischi del Covid-19 nei bambini spaventano i genitori, ma talvolta la paura deriva dalla scarsa informazione. Infatti, stando ai dati, solo il 6% dei più piccoli, specie i neonati e i bambini in età prescolare, si ammala gravemente di coronavirus, con seri problemi respiratori. Invece, per quasi la metà dei bambini contagiati l’infezione è lieve. Lo riferisce un’analisi dei Centers for Disease Control and Prevention cinesi.

Coronavirus, l’infezione nei bambini

I sintomi tipici che presentano i bambini positivi al coronavirus comprendono febbre, tosse, affaticamento, congestione delle vie respiratorie, nausea e diarrea. Non sono da sottovalutare, tanto negli adulti quanto nei piccoli, la perdita dell’olfatto e del gusto. Molti bambini, però, non sviluppano un’infezione grave, secondo quanto studiato dai centri di prevenzione delle malattie cinesi.

Il 39% dei piccoli, quindi più di un bambino su tre, sviluppa una malattia più grave che presenta anche polmonite e problemi polmonari, ma senza difficoltà respiratorie. Mentre solo il 6% dei piccoli soprattutto neonati o bambini in età prescolare, sviluppa forme gravi di coronavirus.

Questi sono i dati pubblicati sulla rivista Pediatrics e descritti sulla base di una ricerca che ha coinvolto 2143 fra bambini e adolescenti da 0 a 18 anni con sintomi compatibili con il Covid-19. Lo studio è stato studiato e portato all’attenzione dei Centers for Disease Control and Prevention cinesi.