Coronavirus, Oms: “Pandemia sta accelerando, ci sono più di 350.000 casi”

coronavirus pandemia oms

Il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus ha affermato che la pandemia di coronavirus ha subito un’accelerazione negli ultimi giorni. I contagi sono infatti aumentati più velocemente che in passato e hanno superato quota 350.000.

Coronavirus, Oms: “Pandemia accelera”

Queste le parole dell’Organizzazione Mondiale della Sanità: “Ci sono voluti 67 giorni per arrivare a quota 100.000 dal primo caso segnalato. Ce ne sono voluti 11 per i secondi 100.000 casi e solo 4 per arrivare a 300.000. Ora l’Oms ha ricevuto segnalazioni di oltre 300.000 casi, da ogni paese del mondo“. Stando al numero di persone positive, gli stati più colpiti sono la Cina (81.093), l’Italia (59.138), gli Stati Uniti (39.455), la Spagna (33.089) e la Germania (27.558).

Ghebreyesus ha inoltre annunciato di voler chiedere al G20 l’aumento dei volumi di produzione di dispositivi di protezione individuale. L’obiettivo è quello di assicurare una copertura al personale medico e sanitario che più volte ne ha lamentato la carenza. Inoltre continua a salire la cifra di medici e operatori contagiati in tutti i paesi del mondo e questo alla lunga potrebbe compromettere l’intero sistema sanitario.

Anche se facciamo tutto il resto nel modo giusto, se non diamo la priorità alla protezione degli operatori sanitari molte persone moriranno perché l’operatore sanitario che avrebbe potuto salvare la loro vita è malato“, ha spiegato. I lavoratori della sanità, ha concluso, possono svolgere efficacemente il proprio lavoro solo quando possono farlo in sicurezza.