Coronavirus, Ronaldo converte i suoi hotel in ospedali

Cristiano Ronaldo (Photo by Harry Langer/DeFodi Images via Getty Images)

Cristiano Ronaldo ha deciso di scendere in campo contro l’epidemia da coronavirus che sta tenendo il mondo intero con il fiato sospeso. E lo ha fatto aiutando direttamente il settore della sanità del Portogallo, suo Paese natale, con un gesto che non poteva essere più concreto di così: l’attaccante della Juventus, secondo quanto riportato dal quotidiano locale Marca, ha infatti trasformato temporaneamente i suoi hotel in ospedali.

VIDEO - Chi è Cristiano Ronaldo?

Si tratta del Pestana CR7 Lisboa e del Pestana CR7 Funchal. Le strutture verranno utilizzate per coprire le necessità di cura dei pazienti affetti da coronavirus. Non solo: i malati potranno accedere agli ospedali in maniera completamente gratuita, visto che tutto il personale sanitario e i lavoratori coinvolti nella lotta al virus saranno pagati dallo stesso Ronaldo.

Il campione è ora in quarantena a Funchal, sull’isola di Madeira, dove è nato, dopo la scoperta della positività del compagno di squadra Daniele Rugani.

VIDEO - Coronavirus, i due farmaci della speranza