Coronavirus lo studio: “Resta 24 ore sul cartone, tre giorni sulla plastica”

coronavirus superfici

Mentre nell’aria il coronavirus è in grado di sopravvivere per diverse ore, quanto può stare su materiali in carta, cartone e plastica? Lo ha rivelato uno studio del National Institutes of Health, della Princeton University e della University of California, Los Angeles sulle superfici. La ricerca è stata finanziata dal governo degli Stati Uniti e dalla National Science Foundation. Le scoperte, inoltre, rispondono ai dubbi di moltissime persone.

Coronavirus, sopravvive su plastica e cartone?

Il coronavirus resta 24 ore sul cartone e tre giorni sulla plastica: questo ha rivelato lo studio del National Institutes of Health, della Princeton University e della University of California, Los Angeles sulle superfici. Molte persone, infatti, nutrivano dubbi sulla sopravvivenza del Covid-19 su certi tipi di materiali. Ora la scienza ha dato una risposta.

L’importanza di una corretta igiene delle mani ma anche delle superfici della propria casa è essenziale per prevenire il contagio da coronavirus. Secondo la ricerca, infatti, il virus rimane nell’aria fino a tre ore, mentre resta fino a quattro ore sul rame e fino a 24 ore su cartone. Infine, il Covid-19 rimane fino a due o tre giorni su plastica e acciaio inossidabile.

Julie Fischer, professoressa di microbiologia alla Georgetown University, ha dichiarato: “È uno studio solido che risponde alle domande poste dalle persone”. “Quello che dobbiamo fare – ha poi aggiunto – è lavarci le mani, essere consapevoli che le persone infette possono contaminare le superfici” e non toccarci il naso, la bocca o gli occhi.