Coronavirus, come funziona il tampone per la diagnosi

Con l’attuale stato di crisi sanitaria ed emergenza conseguente all’epidemia da coronavirus che sta tenendo l’Italia col fiato sospeso, una delle parole più ricorrenti degli ultimi giorni è il cosiddetto “tampone”. Infatti, quando un paziente si presenta con un caso sospetto di contagio dal virus, nelle strutture sanitarie competenti parte l’iter per l’accertamento del contagio attraverso il tampone faringeo.

Coronavirus: la mappa in tempo reale del contagio

Si tratta di un test che permette di analizzare la mucosa della faringe attraverso la raccolta nel cavo orale di campioni che poi saranno analizzati per cercare le copie delle particelle del virus. In sé il tampone faringeo non è un test lungo, anzi, ma chi lo “subisce” potrebbe provare un lieve fastidio.

VIDEO - Coronavirus. Conte: “Ospedali italiani eccellenza”

Tampone faringeo, cos’è e come funziona

Lo strumento utilizzato, per l’appunto un tampone, nella forma è molto simile ai cotton fioc essendo un bastoncino con all’estremità del cotone per permettere di prelevare il campione con estrema facilità. Dopo aver introdotto il tampone nel cavo orale del paziente per raccogliere il materiale genetico, il campione viene immediatamente immerso in un gel in un contenitore ad hoc ad una temperatura di circa 4°.

LEGGI ANCHE: Intervista al sindaco Delmiglio, 25 anni, in prima linea nella “Zona Rossa”

Il tampone successivamente viene inviato in uno dei laboratori specializzati per la ricerca del coronavirus, ad esempio lo Spallanzani di Roma o il Sacco di Milano, dove i tecnici analizzano nel dettaglio il campione per cercare eventuali porzioni di codice genetico del virus.

L’analisi può richiedere dalle 4 alle 6 ore e, una volta appurato che il test è positivo, il protocollo prevede una seconda verifica per confermare definitivamente il contagio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Coronavirus live: tutti gli aggiornamenti ora per ora

Tasso mortalità Coronavirus: i dati per età, sesso e patologie pregresse

Coronavirus, chi sono le vittime in Italia

Coronavirus, le tre ragioni del contagio in Italia

Coronavirus, tutti i numeri per l'emergenza

Coronavirus: i consigli del ministero della Salute