Cos'è la disidratazione nei bambini e come affrontarla

·5 minuto per la lettura
disidratazione
disidratazione

La disidratazione nei bambini significa che non hanno nel corpo tutti i liquidi di cui hanno bisogno. I neonati e i bambini sono più inclini alla disidratazione rispetto agli adulti. Può avvenire se il tuo bambino assume meno liquidi di quelli che perde attraverso:

  • Vomito

  • Diarrea

  • Febbre o sudorazione

Questa problematica può essere lieve e facilmente correggibile, ma può anche essere moderata, grave o addirittura pericolosa per la vita.

Sintomi di disidratazione nei bambini

Uno qualsiasi di questi segni potrebbe indicare che il tuo bambino è disidratato o sta diventando disidratato:

  • Gioca meno del solito

  • Passa più di sei ore senza un pannolino bagnato

  • Urina che sembra più scura e ha un odore più forte del solito

  • Letargia

  • Bocca e labbra secche e riarse

  • Nessuna o poche lacrime durante il pianto

Segni che il tuo bambino può essere seriamente disidratato:

Cosa devo fare se il mio bambino mostra segni di disidratazione?

La disidratazione grave è un’emergenza. Se il tuo bambino mostra segni di grave disidratazione, portalo immediatamente al pronto soccorso. I bambini possono diventare rapidamente pericolosamente disidratati, quindi è importante agire in fretta.

Se il tuo bambino mostra segni di disidratazione lieve o moderata: chiama il medico per un consiglio. Potrebbe volerlo vedere per assicurarsi che stia bene.

Come si cura la disidratazione nei bambini?

Se il tuo bambino è seriamente disidratato, potrebbe aver bisogno di ricevere liquidi attraverso un tubo intravenoso in ospedale, fino a quando non sarà reidratato. Se il medico decide che il tuo bambino è leggermente o moderatamente disidratato, può istruirti a dargli più liquidi. Il tipo di liquido dipende dall’età.

Più giovane di 3 mesi: il medico probabilmente suggerirà di continuare con il latte materno o la formula, ma di offrirglieli più frequentemente del solito.

3 mesi o più: il medico può raccomandare un liquido speciale – oltre al latte materno o alla formula – per reintegrare l’acqua e i sali (elettroliti) che il suo corpo ha perso.

Il medico vorrà anche capire perché il tuo bambino è disidratato e trattare il problema sottostante. Per il vomito, per esempio, potrebbe prescrivere un farmaco anti-vomito. Se il tuo bambino ha la diarrea e il medico pensa che sia legato alla dieta, potrebbe raccomandare di passare a un diverso tipo di formula o di apportare modifiche alla tua dieta se il tuo bambino sta allattando al seno.

disidratazione bambini
disidratazione bambini

Elettroliti per la disidratazione nei bambini

Non dare al bambino soluzioni elettrolitiche per la disidratazione senza prima consultare un medico. Se ti consiglia dei liquidi elettrolitici, puoi trovarli nella maggior parte delle farmacie. Può inoltre darti istruzioni per l’uso di liquidi elettrolitici in base al peso e all’età del tuo bambino. Il liquido può essere dato lentamente, sorso per sorso, cucchiaino per cucchiaino, usando un cucchiaio o una siringa.

Come posso prevenirla?

Assicurati che il tuo bambino beva molti liquidi, specialmente nei giorni molto caldi e quando è malato. Se ha meno di 6 mesi, attieniti al latte materno o alla formula. Tuttavia, se sei preoccupata per la disidratazione, parla con il medico del tuo bambino per dargli piccole quantità di acqua.

Se il bambino ha 6 mesi o più, continua ad allattarlo al seno o al biberon. Non dare al tuo bambino bibite gassate, perché sono terribili per i suoi denti e la sua salute. Anche i succhi di frutta non sono raccomandati per i bambini sotto i 12 mesi.

Ecco come aiutare a prevenire la disidratazione in queste circostanze:

Febbre. Offri al tuo bambino molti liquidi ogni volta che ha la febbre. Se sembra avere problemi a deglutire, chiedi al suo medico se puoi dargli un antidolorifico come l’acetaminofene per bambini o (se ha 6 mesi o più) l’ibuprofene, per aiutarlo con il disagio. Non dare mai a un bambino l’aspirina, che è associata a una condizione rara ma seria chiamata sindrome di Reye.

Surriscaldamento. Dai al bambino più liquidi del solito durante la stagione calda. Troppa attività in una giornata calda, o semplicemente stare seduti in una stanza soffocante, può portare alla sudorazione e alla perdita di liquidi.

Diarrea. Se il tuo bambino ha una malattia intestinale, specialmente una gastroenterite acuta, perderà liquidi attraverso la diarrea e il vomito. Non dargli succhi di frutta, che potrebbero solo peggiorare la situazione, e non dargli medicine da banco per la diarrea, a meno che il medico non lo raccomandi. Incoraggia il bambino a bere più latte materno o artificiale, e integrare con un po’ d’acqua quando ha 6 mesi o più. Se il tuo bambino ha 3 mesi o più e pensi che possa essere disidratato, puoi dargli anche una bevanda elettrolitica.

Vomito. Virus e infezioni intestinali possono portare al vomito. Se il tuo bambino ha difficoltà a trattenere i liquidi, può facilmente disidratarsi. Prova a dargli piccole quantità di liquidi (principalmente latte materno o artificiale e un po’ d’acqua se ha 6 mesi o più) frequentemente. I liquidi elettrolitici sono utili per i bambini dai 3 mesi in su che hanno vomitato.

Si rifiuta di bere. Un mal di gola o un disturbo come la malattia delle mani, dei piedi e della bocca possono causare così tanto dolore che il bambino a volte smette di bere. Chiedi al tuo medico di dare al tuo bambino acetaminofene o ibuprofene (se ha 6 mesi o più) per alleviare il disagio, e poi offrirgli il latte materno, artificiale o acqua, frequentemente e in piccole quantità.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli